Il rimpasto non sia minestra riscaldata e il Pd diventi movimento tra la gente

Il rimpasto non sia minestra riscaldata e il Pd diventi movimento tra la gente

Quindi per un Matteo Piloni che se ne va in regione (buon lavoro) per fare il consigliere regionale, la giunta “Stefania Bonaldi Bis” (ecco alla Lega che parla di leadership locale è giusto ricordare che nemmeno un anno fa, il centrosinistra a Crema ha vinto le amministrative) si concede un bel rimpasto. La speranza? Che non sia minestra riscaldata: l’assessore al commercio Matteo Gramignoli in particolare (la stoffa del politico c’è: anni fa promise di dimettersi e poi, puntualmente non si dimise) tra “Mercato Coperto di via Verdi” da sistemare (e trasferirlo a Porta Nova come suggerisce il dottor Umberto Cabini o, nel vicinissimo centro ippico Stalloni con parco annesso ove preferirebbe qualche esponente del centrodestra, Lega inclusa, autoctono?) e la questione dei vari mercatini, (anziché in piazza Duomo o in centro storico, beh forse starebbero meglio altrove: ai Giardini di Porta Serio, “polmone verde” cittadino da recuperare laddove invece, la leghista Cristina Cappellini avrebbe gradito un presidio dei Marò), ecco la carne al fuoco, al nuovo amministratore civico non manca.

Benvenuta, nel governo cittadino pure a Cinzia Fontana, esponente di spicco del Partito Democratico. Già il Pd, il movimento (mai stato tale) fortemente voluto da Veltroni (e da altri con lui) che invece di stare tra e con la gente si è subito perso in beghe alte, altissime: filosofia tipica questa di quanti, volano appunto in alto … per non vedere le piccole cose quotidiane, loro alti radical chic, di tutti i giorni. Contestualizzando, non sarebbe ora e tempo appunto che i cosiddetti democratici abbandonino i palazzi, gli addetti stampa, le filosofie elevate e … per vedere l’effetto che fa tornino sulla strada, tra i comuni mortali, che poi sono e siamo quelli che andranno e andremo a votare?

Stefano Mauri

(Visited 55 times, 3 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *