Il sindaco Paolo Aiolfi … tra Matteo Salvini, Bagnolo Cremasco e Silvano Usini

Il sindaco Paolo Aiolfi … tra Matteo Salvini, Bagnolo Cremasco e Silvano Usini

Da quasi un anno in pratica, il sindaco Paolo Aiolfi e la sua giunta stanno amministrando Bagnolo Cremasco. E … così per provare a tracciare un primo bilancio della sua esperienza amministrativa, col disponibilissimo Aiolfi, volentieri al telefono ci siamo scambiati domande e impressioni.

Da quanto sei un politico, per così dire … praticante?

Dall’ormai lontano 1990 allorquando, con l’allora primo cittadino di Bagnolo Piazzi diventai assessore alle attività produttive.

Sei un leghista della prima ora?

No mi sono avvicinato alla Lega Lombarda cammin facendo, attirato dalla visione, disegno che auspico diventi un giorno realtà, visto in chiave moderna, col maggior coinvolgimento della Regione Lombardia, Federalista del partito leghista.

Piaccia o no il segretario Matteo Salvini riempie le piazze e parla realmente alla gente…

Salvini è una straordinaria guida, ma con lui lavora uno staff affiatato di persone competenti, appassionate, capaci e altrettanto valide. A tal proposito faccio, solo per fare tre esempi, i nomi di Giorgetti, Zaia e Fontana.

Come vanno le cose prevalentemente bagnolesi?

Beh abbiamo terminato il 2019 lavorando, praticamente, col bilancio e le indicazioni guida dei precedenti amministratori. Ora però lanceremo la nostra linea con risorse stabilite da noi. Posso anticipare che avvieremo la riqualificazione, in due tranche, in modo di evitare il blocco della strada in concomitanza della sagra, della centralissima via Mazzini. I lavori viaggeranno ovviamente in totale interazione con Padania Acque e Ld Reti e tali enti si faranno carico poi di sistemare l’asfalto superficiale della zona interessata dai lavori. Tra l’altro in futuro dovremo valutare altri lavori di adeguamento idrico – fognario in altre zone del paese. Una volta la macchina comunale poteva contare sul lavoro di 32 persone, oggi abbiamo 18 dipendenti di cui soltanto due persone sono cantonieri stradali. Ringrazio quindi i volontari che attivamente collaborano con noi per manutenzioni e lavori. Recentemente l’Area Cani, sottoposta a numerose opere di restauro è stata restituita alla collettività. E all’orizzonte avvieremo i recuperi di due ciclabili: quella per Gattolino e quella della Roggia Vedria per Crespiatica. Per noi più che inaugurare inizi lavori e opere conta poi mantenerle in efficienza tali spunti, renderli fruibili al paese. In cantiere, l’opportunità di affidare a Bennet e McDonald’s, belle, importantissime, preziose realtà commerciali paesane, la manutenzione di spazi verdi ed ecosostenibili.

E’ vero che l’ex pugile Silvano Usini entrerà a far parte della Commissione Sport?

Sì e contiamo molto nel suo contributo per sostenere tutti gli sport. Stiamo valutando l’opportunità di partecipare a un bando regionale per impostare qualche restauro al nostro centro sportivo. E in sinergia con un’associazione sportiva recupereremo, riadattandola, una struttura sportiva a Gattolino ora abbandonata.   E punteremo parecchio, con la commissione, sulla pallamano: sport inclusivo, completo che gradiremmo aprire ai diversamente abili.

Com’è il dialogo coi tuoi colleghi cremaschi?

Buono dai. Indipendente dalle appartenenze politiche il dialogo è aperto a tutti. E a testimonianza di questo segnalo che è ripartito  il discorso che ci vede protagonisti, nel sociale, col Sub Ambito territoriale 3 nelle vesti di referenti zonali.

stefano mauri

 

(Visited 69 times, 69 visits today)