Il Tennico del Crema 1908, il pendolo della storia

Il Tennico del Crema 1908, il pendolo della storia

Tutta questa storia ebbe inizio il 7 settembre 2014, quando Calvo Pépàsh era ancora uno dei tanti gomiti appoggiati al bancone del Bar Sport felice di sperperare la pensione (anche quella degli altri, ndr) a raffiche di bianchini, curandosi di poco altro, meno che mai di chiacchiere e sottigliezze calcistiche.

Quel giorno, però, c’era in programma la prima partita del campionato d’Eccellenza, girone C. Fu in quella occasione che, forse perché già un po’ euforico, si lasciò andare a una dichiarazione le cui conseguenze abbiamo poi avuto modo di conoscere. Disse, testuali parole: “A noi del Crema 1908 il Real Madrid ci fa una pippa e se a volte ci capiterà di perdere è perché gli avversari hanno avuto un culo della madonna.”

La partita d’apertura era casalinga contro i “franciacortini” del Pedrocca, risolta dai nerobianchi con un perentorio 3 a 1. In seguito, però, la squadra diede segni di sbandamento, infilando ben sette pareggi.

Domenica scorsa, 11 gennaio 2015, si è giocata la prima di ri-torno e in quel di Cazzago San Martino il Crema 1908 ha nuovamente maramaldeggiato, infliggendo tre “pappine” ai bresciani.

Risultato più che sufficiente per dare un fiero colpo alla cantina del Barista, ma anche per sollevare l’indignazione delle consorti degli Scorbutici. Ma questa è un’altra storia, che si ripete da quando inventarono le mogli e le osterie.

Al Bar Sport regnava dunque l’euforia, ma ancora una volta Calvo Pépàsh sorseggiava Vov alla pesca, segnale inequivoca-bile di recondite preoccupazioni. Un pensiero di profondo spessore gli trapanava il cranio: “Il pendolo della storia oscilla perennemente ma a volte, bizzarro quanto oscuro, ripercorre solchi già tracciati per pareggiarli. Se così fosse, iddio ce ne scampi.” Scaramantico, si “sfregonò” gli zebedei per ben sette volte.

Beppe Cerutti

(Visited 19 times, 7 visits today)