Il Tennico del Crema 1908, la notizia bomba

Il Tennico del Crema 1908, la notizia bomba

La vittoria esterna sul Villongo, che collocava i nerobianchi al quarto posto in classifica, non riuscì a risollevare l’umore di solito godereccio del Barista. Il chiacchiericcio del Bar Sport, infatti, era focalizzato sulla notizia-bomba lanciata dalla stampa locale alcuni giorni prima: il Crema 1908 intenderebbe realizzare un centro sportivo e ricreativo nell’area ex Pierina. Roba in grande.

Un commento in particolare adombrò ulteriormente il volto del taverniere: “Sarebbe una gran bella cosa, così noi ci piazziamo là e seguiamo tutti i lavori della società, dentro e fuori del campo senza muovere la chiappe”, così disse un tipo di poco conto, meglio noto come “l’angolista”, cioè colui che ordina un caffè ristretto nella segreta speranza di pagarlo meno, gironzola attorno ai tavoli della briscola, guarda le carte di tutti e a ogni giocata scuote il capo in segno di disapprovazione.

“E io chiudo bottega”, sacramentò furibondo l’oste, “ché con quelli come te manco ci campo e a vendere biglietti e abbonamenti per i pullmansssss divento miliardario. Pirla!” A dar man forte al grugnito del cantiniere si aggiunse il Ragionier Nemo, secondo il quale l’argomento andava inquadrato in un’ottica più ampia, “strategica”, disse e aggiunse: “sebbene al momento di difficile interpretazione e dunque da ritenersi criptata.”

Fino a quel momento impegnato allo spasimo per togliersi di torno “l’angolista”, come di solito si fa con le mosche, al Benito giunse all’orecchio solo una lontana eco di quel dire: “Tata.” “Sì, ma questa volta prova con gli spinaci, perché la frittata con le cipolle dell’altro giorno faceva cagare!” Sbagliò a giocare la carta e dal di dietro gli giunse sul “coppino” una brezza lievissima nella forma fisica, ma possente come un tifone: “l’angolista” aveva scosso il capo.

Beppe Cerutti

 

(Visited 18 times, 4 visits today)