#IncontriAmoCrema, parte la campagna social della Bonaldi tra volti nuovi e qualche eterno ritorno

#IncontriAmoCrema, parte la campagna social della Bonaldi tra volti nuovi e qualche eterno ritorno

C’è il nome con l’hashtag che fa figo, #IncontriAmoCrema 99 idee per la città, c’è la mail e il numero per partecipare, diamoli subito che hanno chiesto di darli: info@stefaniabonaldi.it e 3454178606. Ma di cosa stiamo parlando? Ieri sera al Bar Teatro in piazza Marconi si è alzato il sipario sulla campagna elettorale di Stefania Bonaldi. Una campagna elettorale che parte replicando l’idea che era stata vincente nel 2012 delle Officine. Il progetto che ha preso il via, infatti, tende ad aggregare più persone possibili in una serie di forum tematici che facciano emergere idee per la città da infilare poi nel programma elettorale.

Nomi noti, nomi di ritorno, nomi nuovi. Quello che conta è coinvolgere più gente possibile del cosiddetto tessuto sociale della città. Esattamente quello che non stanno facendo dall’altra parte dove si litiga tra segreterie e coordinamenti per proporre nomi. In realtà qualcuno ci ha scritto, dopo aver visto lo stralcio della serata che abbiamo mandato in diretta sulla nostra pagina Facebook: ma è un video di 5 anni fa? Va beh: lo ha ammesso anche Teresa Caso, uno dei tutor che ha parlato, anche più della Bonaldi alla fine (farla incazzare, la Caso, è una nostra specialità) che il progetto riprende il discorso officine. Nulla di male, idea che funziona non si cambia. Diamo i tempi. Lancio ieri, 1 febbraio, con tutti i crismi social (diavolo di un Pironti), entro il 12 marzo adesioni aperte. Dal 13 febbraio al 19 marzo forum al lavoro in maniera autogestita con i propri tutor.

La stampa schierata per il via della campagna elettorale della Bonaldi

A seguire verranno presentati i progetti che saranno valutati da un team. Quello che emergerà sarà poi proposto per stendere il programma. Qualche nome coinvolto? Manuela Piloni, Mario Tosi, Piero Mombelli, Sebastiano Guerini, Cristina Piacentini, Emanuele Coti Zelati, Cecilia Brambini, Gianluca Giossi, Emilio Guerini, Matteo Gramignoli, Andrea Marchesetti, Gigi Galvano, Nico Mainardi, Marco Cavalli, Barbara Pagliari, Stefano Begotti, Rosaria Brusaferri, Teresa Caso, Michele Gennuso. Come vedete grandi vecchi della politica cremasca e nomi nuovi. A voi giudicare. I valutatori? Anche qua sbucano un paio di nomi che davamo per dispersi: Stefano Stramezzi, Agostino Guerci, Anna Rozza, Fausto Ruggeri e Tiziana Stella. Lei, la Bonaldi, è apparsa bella tonica e lanciata. Una sbarazzina sciarpa gialla legata al collo, sarà un portafortuna? Il giallo era stato il colore dominante della campagna del 2012.

A proposito di partecipazione e di campagna elettorale. Stefania, questa cosa di chiamarsi solo per nome fa tanto oratorio neh, ha raccontato che nel 2007 quando pensò di fare qualcosa per la città fece una telefonata all’allora candidato sindaco e si proposte. Nel 2012 diventò lei stessa sindaco. L’ha raccontato evitando di citare il nome dell’allora candidato sindaco Gianni Risari. Che tra i due non corra più buon sangue si sa. Cosa altro ha detto di interessante? Ah ha liquidato con una battuta la nascita della lista ossimoro: No moschea si libertà di culto: “noi siamo per l’inclusione sempre”, e in questo, per carità, nulla da dire.

Emanuele Mandelli

(Visited 68 times, 19 visits today)