Io che vado a fare la spesa da solo, l’articolo che ha lasciato indifferente il web ma ha commosso mia mamma

Io che vado a fare la spesa da solo, l’articolo che ha lasciato indifferente il web ma ha commosso mia mamma

È nel momento in cui per pranzo ti fai una zuppa di piselli e Kellogg’s, che capisci che nel pomeriggio ti toccherà andare a fare la spesa… dici vado almeno a comprarmi il pane e il latte…. Tanto poi lo sai che tornerai con gli anacardi e il chinotto… L’unica certezza è che non andrò in uno di quei negozi Bio… anche perche mi servirebbe un portafogli geneticamente modificato..

Credo che opterò per la Coop, però ci vado con la busta del Famila come forma di ribellione verso questa società che continua a opprimerci, sono i piccoli gesti che cambieranno il mondo. Poi dicono la Coop sei tu…se sono io perche il cassiere vuole farmi pagare tutte le volte?

Arrivo e non si apre la porta automatica e io subito mi sento piu inutile degli altri Negramaro..
Appena entrato poi compro Nespresso…me lo ha detto Clooney… Galletti…me lo ha detto Banderas…. Tonno Riomare…..me lo ha detto Kevin Costner….Crodino me lo ha detto Owen Wilson…. Poi mi domando… ma a Hollywood non hanno proprio un cazzo da fare??? Tornando al signor Kostner c’è anche da dire che se ti invita a casa sua a mangiare e ti offre il Riomare …cioè come minimo mi alzo e gli dico “Barbone ,dammi almeno il salmone!

Va be’ dai sentiranno la crisi pure la…qua da noi comunque è cosi forte che quest’anno alla festa della donna nelle mutande degli spogliarellisti non ci han messo i soldi ma i buoni pasto … ci son quelli che dicono che per uscire dalla crisi basterebbe tornare alla lira , ma non sanno che in realtà sarebbe un grosso errore! Provate a pensare come sarebbe difficile inserire nel carrello1936,27 lire l’unico modo per uscire dalla crisi sarebbe eleggere a capo del governo il tizio della pubblicità della Conad perché è rimasto l’unico ad avere a cuore il popolo italiano. Invece di fare la spesa potrei rubarne uno di carrello il carrello di una che la spesa l’ha già fatta e poi nei prossimi giorni dovrei solo adeguarmi gastronomicamente …

Certo che se ci pensi bene qua al supermercato ogni tanto ti fan di quelle domande … ad esempio la cassiera che ti dice: vuole il sacchetto? Ma no signorina grazie lo stesso, adesso apparecchio e mangio tutto qua con calma… no dai sto scherzando metto tutto nelle borse sotto gli occhi. oppure la signora che ti guarda e ti dice: sei in fila? Io? Ma no signora io sono un disadattato che fa finta di fare la spesa e sta qua fermo solo per sentire il calore empatico di tutta la gente che c’è nel supermercato

Comunque tornando ai sacchetti..io non ho nulla contro i sacchetti biodegradabili ma potrebbero almeno evitare di biodegradarsi nel tragitto che c’è tra il supermercato e la mia macchina.
poi bhe un’altra cosa io sono cintura nera nel beccare in fila quello che non ha pesato la frutta…! tempo di attesa 15 min.

Un’altra cosa che mi lascia un po’ cosi, è quando vedo dei miei coetanei costretti a combattere contro i capricci dei loro figli mentre io sono qua a combattere con l’indecisione di che uovo di pasqua comprarmi.. poi però hai quell’attimo in cui ragioni e ti dici: devo maturare basta uova di pasqua … poi corri nel reparto dove ci sono i biscotti e ti metti a trafficare fino a quando non scrivi “culo”con le iniziali dei sacchetti della Mulino Bianco

Stavo notando che quando vado a fare la spesa senza mia mamma sono spigliato come un cinese che deve chiedere a un commesso dove sta il porro… sa dov ‘ è pollo?? Si dove c’ è la rosticceria …nooo pollo..polloo (scusate)

Un mio amico di Milano mi ha detto che quando lui va a fare la spesa al supermercato ci trova spesso veline varie e donne dello spettacolo…..io son qua che giro da due ore e non riesco nemmeno a trovare i cuor di carciofi della Findus.

Comunque che tristezza i tempi son proprio cambiati… mi ricordo ancora quando ero piccino, con cinque mila lire venivo qui e poi tornavo a casa con un kinder bueno i fonzie un estathe e le m&m…adesso invece c è pieno di telecamere…

Poi maledetto me che ho sto vizio di non prender mai i bollini quando me lo chiedono. Facendo un rapido calcolo saranno 7 anni che li rifiuto, cosi occhio e croce oggi come minimo dovrei aver la bmw della Coop.

Invece Accumulo delusioni come fossero bollini del supermercato, e un giorno sicuramente prenderò un set di pentole per poi riempirle di lacrime. Tra l’altro mi sono cacciato in un ginepraio perche non so come concludere il pezzo….

Che dico che dopotutto la crisi sta finendo perche quando esco vedo il tizio che chiede l’elemosina che si è fatto le air max nuove… che mi avvicina e mi dice hai un euro per mangiare? Io gli sorrido glielo do e lui non lo mangia…. Ma no dai basta esser sempre cosi cinici… si vive una volta sola…

Voglio concludere con una metafora sulla vita…
La vita è come una scatola di cioccolatini sullo scaffale di un supermercato. Una di quelle ormai vuote. Senza che nessuno l’abbia pagata.

Emanuele Cannizzo

(Visited 114 times, 20 visits today)