La Città Giocattolo a Natale non è più la stessa. A Bruno Mattei manca tanto la sua Jenny

La Città Giocattolo a Natale non è più la stessa. A Bruno Mattei manca tanto la sua Jenny

La Città Giocattolo a Natale non è più davvero la stessa. Era così bello fino a qualche anno fa. Intanto c’erano quelli della Confraternita dei liberati del giorno dopo che bloccavano una piazza. Così, per una giornata, si montava un enorme palco che neppure quello del carnevale, ma che dico neppure quello dei Pink Floyd a Venezia. E tra luci e fumo appariva The Boss, no, non Bruce. Il loro Boss e faceva uno spettacolo, che davvero, Elvis spostati. Tra parentesi secondo me avevano lo stesso costumista. Ma poi si sa le mode cambiano. Adesso so che fa tour in luoghi più piccoli e riservati, per pochi intimi, che tra parentesi sono costretti a vederlo. Non ha vinto l’Oscar, e neppure il Grammy, come gli sarebbe piaciuto.

E a proposito di Oscar, la notte di Natale non c’è più nemmeno lui. È emigrato, come me. Lui sul lago, io a Piacenza. Non si sta male qua, sento odore di tortellini oggi. Certo mi manca Jenny, mi mancano un paio di cose di Jenny. In special modo oggi. Non so immaginare come è adesso il Natale nella Citta Giocattolo. Sarei tentato di varcare il Po’ per una volta e andare in incognito a fare un giro per pe vie. Mi dicono che ci sono un sacco di buche che Roma levate. Ma che le piazze sono belle. Quella dove mettevano il palco di cui sopra non è più la stessa. Ma anche quella sull’altro lato. Ma come vedete oggi non sono particolarmente cattivo. E’ Natale anche per me, come canta Calcutta. Si io e Jenny siamo anche fan della musica moderna.

Lei di quella tipa strana col velo che impazza a Milano e sul web. Hanno anche una certa somiglianza. Devo farmi delle domande? Magari a Capodanno vado a vederla a Milano, lì ci posso andare, magari è Jenny. Sto divagando. Il fatto è che non mi hanno dato il permesso di tornare a casa neppure per Natale. Dice che rischio ancora troppo di prendere una manica di botte. Non ho mai capito davvero da chi in realtà. Ma forse un giorno lo capitò. Intanto Buon Natale a tutti dal vostro cialtrone preferito.

bruno mattei

(Visited 44 times, 44 visits today)