Niente da fare: nemmeno dinanzi a un Novara in dieci, la Cremonese ecco è riuscita a far suoi i tre punti, una vittoria che manca ormai addirittura dallo scorso mese di gennaio.

Sconfitta a La Spezia e un punticino appunto martedì scorso in casa: questo il bottino di mister Mandorlini, trainer capace, ma subentrato da poco e alle prese con una situazione certamente non impossibile, ma sicuramente complicata. Che … ecco la salvezza è alla portata, ma occorrerà far punti già lunedì a casa della corazzata supersonica e da serie A Empoli.

Dunque non era tutta colpa dell’esonerato Tesser se nel giro di neppure tre mesi la “Cremo” si è ritrovata letteralmente dalle “Stelle” (zona playoff), alle “Stalle” (playout), ergo non essendo ancora abilitato a fare miracoli, soprattutto non potendo contare su immediati nuovi innesti, necessariamente Mandorlini dovrà sperare che i grigiorossi si diano in campo una bella smossa o scossa che dir si voglia. No?

Ad onor del vero, qualcosina in più rispetto al recente passato, nelle ultime (ma non era difficile far meglio) due partite di campionato si è visto. Ma per salvarsi in questa Serie B formato “lacrime, sangue, arena e sudore”, beh serve ben altro, innanzitutto servono costanti occhi da tigre. Carpe Diem Cremonese!

Stefano Mauri

 

(Visited 16 times, 2 visits today)
Share