La crisi da pensione e da crisi di notizie dei giornali cremaschi

La crisi da pensione e da crisi di notizie dei giornali cremaschi

C’è la crisi, purtroppo complice (anche) la diffusione di Internet, i giornali cartacei in edicola vendono meno, alcuni addirittura (tipo La Cronaca e La Voce in provincia di Cremona) chiudono ahimè i battenti, altri (nonostante la tentazione della proprietà di vendere la testata al miglior offerente) resistono ed è un bene, che la pluralità ai mass media fa solo del bene.

Dopo l’estate, causa pensionamento (beati quelli che ce la faranno senza patemi a godersi la pensione) La Provincia, unico quotidiano tradizionale sopravvissuto nostrano, sostituirà il pensionando Vittoriano Zanolli (professionista di razza da anni in servizio) presumibilmente con l’altrettanto valido Gilberto Bazoli (a Cremona è un’istituzione). Il settimanale (Galassia Arvedi) MondoPadano ha invece già sostituito Tartara col bravissimo Fabrizio Loffi: pian, piano tra l’altro terminato il rodaggio, questa testata sta trovando una sua anima: buon lavoro.

La Gazzetta dello Sport non è infine sicuramente una pubblicazione autoctona, ma anche a Crema è il giornale più letto (e la pagina lombarda rosa parla spesso della Pergolettese o di sport nostrani) ebbene presto il (bravissimo) direttore Andrea Monti dovrebbe cedere il posto al (buon) suo attuale vice Umberto Zapelloni.

Stefano Mauri

 

(Visited 23 times, 5 visits today)