La degustazione di febbraio a La Volpe e l’uva è intitolata al pinot nero

La degustazione di febbraio a La Volpe e l’uva è intitolata al pinot nero

Nuova degustazione, il 25 febbraio, al circolo enologico La Volpe e l’uva. Stavolta è di scena il pinot nero. che probabilmente è, tra tutti i vitigni a bacca rossa, il più nobile ed elegante ma allo stesso tempo è il più difficile da interpretare, quello che pone l’enologo ed il semplice consumatore di fronte alla degustazione forse più complessa.

Di origine francese, dove trova la sua migliore espressione nella regione della Borgogna è oggi coltivato in diverse parti del mondo tra cui l’Italia. Per poter capirne al meglio, peculiarità, caratteristiche e tratti distintivi, abbiamo selezionato 3 etichette di provenienza d’oltralpe e 2 di estrazione italiana che abbiamo abbinato come da proposta sotto:

  • Pinot Noir Domaine Heresztyn Gevrey-Chambertin Bourgogne Pinot Noir 100% –> Speck IGT Alto Adige
  • Pinot Noir Remoissenet Péré et Fils Bourgogne Pinot Noir 100% –> Misticanza con filetto di Tonno e capperi di Pantelleria
  • Cheverny rouge Clos du Tue-Boeuf “La Caillère” Thierry Puzelat- Loire Pinot Noir 100% –> Pasta fresca con crema di Carciofi e Guanciale croccante
  • Bressan “Mastri Vinai”Friuli Venezia Giulia Pinot Nero 100% –> Battuta di Fassona piemontese condita
  • Campo alle More Gini Veneto Pinot Nero 100% –> Lagrein d’alpeggio

 

Inizio ore venti, prenotazione obbligatoria, partecipazione 40 euro.

(Visited 233 times, 40 visits today)