La libertà di pensare (e scrivere) quel cazzo che ci pare che sia rosso o che sia nero (rispondendo all’Inviato)

La libertà di pensare (e scrivere) quel cazzo che ci pare che sia rosso o che sia nero (rispondendo all’Inviato)

Niente oggi doveva essere una giornata tranquilla. In timone (parlo come quelli seri) avevamo degustazioni di vini, cultura, fumetti, poesia, i racconti surreali… ma non si può stare tranquilli. Un giro sui siti locali per vedere che succede e trovi un pezzo in apertura dell’Inviato Quotidiano che prova un analisi socio-politica di quello che sta iniziando a succedere a Crema in vista delle elezioni. Leggilo QUI

E ti trovi citato come esempio dei sub movimenti attuali. Ovviamente fa piacere vedere il blog considerato come forza critica ascoltata e radicata in città. L’accostamento con i rifondaroli stride un po’, non perché non siano amici. Ma perché ci sono delle differenze sostanziali da rimarcare. Ma andiamo con calma. Intanto il blog non è una forza politica e non appoggia forze politiche. E non è una testata. E’ un semplice blog fatto da appassionati che spendono gratuitamente molto del loro tempo libero per raccontare sotto un’ottica diversa la Città Giocattolo. Ci piace. La amiamo.

Abbiamo nomi e cognomi, li sapete tutti. Siamo tutti cani sciolti che non hanno appartenenze (nel senso di tessere). Si è vero abbiamo punzecchiato spesso questa amministrazione. Lo faremo ancora. Qualcuno sorride, qualcuno si è incazzato. Ma sta nel gioco delle cose. Ma abbiamo punzecchiato anche a destra.

Rispetto agli amici rifondaroli con l’operazione @Sinistra, che secondo me è nata proprio per lanciare la corsa ad una candidatura in solitaria di Rifo, dai dopo 5 anni di scintille in giunta sarebbe ridicolo se si ricandidassero a sostegno della Bonaldi. Non ci saranno neppure le primarie. Non ha senso. Un sindaco uscente ha diritto di essere il candidato senza altri esami.

Oddio mi stavo perdendo. Dicevo… rispetto a Rifo che è un partito figlio di una grande tradizione partitica Sussu non è nulla. Come detto è un gruppo di folli che riempie le colonne di un blog. Poi se ci leggono mica ci fa schifo. Ovvio che si scrive per essere letti, sennò faremmo il diario col lucchetto in cameretta.

Sul mio diario col lucchetto ho scritto alcune cose per i prossimi mesi. Sono spunti e idee e nomi che vanno da qui al maggio del 2017. Qualcosa già lo stiamo tirando fuori. Dopo tanti anni annusi l’aria e ti accorgi di alcune cose. Una volta nelle redazioni si diceva che tre indizi fanno una prova. L’Inviato ne ha buttati li due diversi per dire che potrebbe esserci un candidato della sinistra radicale.

Radicale… se guardi i sinonimi di radicale ti dice: risolutivo, totale, definitivo, estremo e efficace. Quindi dopotutto è una bella parola. Sotto questo punto di vista ci riconosciamo radicali. Non si sa di che colore e con che intenzione.

Ci sarebbe da aprire una bella parentesi sull’informazione locale parlando di radicale. Da quando il 13 giugno del 2013 Sussurrandom ha cominciato a macinare post, sono quasi 5 mila oggi, tante cose in città sono cambiate… radicalmente. Ci siamo detti: perché non dire le cose che ci piacciono e non ci piacciono senza problemi?

Era, ed è sia ben chiaro, una scommessa difficile. Ma ci si diverte. Lo ricordate il dibattito transtestata sul declino cittadino lanciato da quel rompimaroni di Grassi? Ecco su una cosa l’Inviato ha ragione. Ci sono voci che non si collocano più nella scala di grigi che per un certo periodo ha caratterizzato il parlare locale. In fondo lo fanno anche loro, in maniera anche più forbita di noi. Salini alle volte cita cose nei pezzi che tocca andare a googolare per capire. Noi citiamo la cultura trash-pop. Ma non c’è molta differenza.

Meno grigio e più bianco e nero, o rosso e nero essendo politica via. Quindi mentre qualcuno è prudente e tiepido come un brodino di pollo qualcuno propone sapori forti e piccanti. Che lo faccia un blog, una testata che tira a destra o una che tira a sinistra chi se ne frega. L’importante è pensare liberamente.

Emanuele Mandelli

(Visited 92 times, 29 visits today)