La scomparsa di un mito, quando intervistai Freak Antoni via fax nel 2003

La scomparsa di un mito, quando intervistai Freak Antoni via fax nel 2003

Oggi, 12 febbraio 2014, ci ha lasciato un mito della musica Italiana: Roberto Freak Antoni. Difficile sempre scrivere dei coccodrilli. Poi Sussurrandom non è un sito nazionale ne prettamente musicale. Ma in questo caso non si può fare finta di nulla. Geniale, provocatore, sempre avanti rispetto a tutti. Avevo avuto modo di intervistarlo per Rockit circa 11 anni fa. Lo avevo contattato via mail e aveva risposto con un lungo fax scritto a mano, pieno zeppo di considerazioni geniali.  L’intervista iniziava così:

Negli anni ‘70 venivate definiti ‘demenziali’, mentre oggi Elio e le Storie Tese, leggittimi figli degli Skiantos, vengono etichettati con la definizione ‘satira di costume’. Quando è iniziato il cambio di prospettiva e la definizione è esatta o è una grande cazzata?
Noi Skiantos – ce ne assumiamo tutta la responsabilità – inventammo la formula del ‘demenziale’ per sintetizzare in una parola chiave il nostro progetto creativo, caratterizzato da un nonsense poetico-ironico-goliardo-surreale… In pratica la nostra provocazione aveva bisogno di un’etichetta che fosse d’impatto immediato e servisse ai ‘media’ e ai loro tramiti (i giornalisti) per identificarci immediatamente. Il termine demenziale doveva evocarci subito e descriverci all’istante. Di sicuro anche gli Skiantos facevano (come hanno poi sempre fatto) ‘satira di costume’, ma quest’ultima definizione sarebbe sembrata non molto adatta e centrata troppo frivola edulcorata per un gruppo ‘barricadero’ (altra definizione) come il loro!

Vale la pena rileggersi tutta l’intervista cliccando QUI

Oggi Sussurradio dedica tutta la programmazione giornalisera a Freak e agli Skiantos.

(Visited 48 times, 10 visits today)