Le dichiarazioni choc del presidente nel pallone che fanno male al football locale

Le dichiarazioni choc del presidente nel pallone che fanno male al football locale

Meritatamente, con la vittoria sulla Cremonese (a fine stagione, in Italy certi risultati ci stanno, ndr) nello scorso weekend, l’Entella è stata promossa in serie B. Ma se a Cremona l’equipe ligure (modello d’efficienza da studiare) non avesse perso, beh allora a festeggiare sarebbe toccato alla Pro Vercelli. Ebbene, la festa dell’Entella proprio non è andata giù al presidente della Pro Vercelli il quale, domenica scorsa, sui mass media si è così sfogato:

“Quella di Cremona non è stata una partita, ma una farsa. Si sapeva come sarebbe andata a finire, del resto è una settimana che mi spiegano cosa sarebbe successo e purtroppo era tutto vero, d’altronde a Cremona c’è una certa consuetudine a questo tipo di cose”.

Ecco queste dichiarazioni, ahimè purtroppo tipiche del calcio italiano (movimento tutto sballato da rivedere, a tutte le sue latitudini, ndr), fanno male allo sport del pallone. Il patron della Pro avrebbe fatto miglior figura a congratularsi col collega ligure, oppure a stare zitto.

 

Stefano Mauri

(Visited 27 times, 7 visits today)