Le parole sono importanti, perchè chiamare una manifestazione Crema Petalosa?

Le parole sono importanti, perchè chiamare una manifestazione Crema Petalosa?

Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti in Palombella Rossa. Questo per dare notizia dell’evento che si terrà nel fine settimana in piazza Duomo e in piazza Giovanni XXIII. Organizzato da Confcommercio, sempre molto attiva in città, si chiama Crema Petalosa. Si. Hanno scelto di chiamare una manifestazione che immaginiamo farà molto contenti gli amici della Pro Loco, ma Crema in fiore? Non era in questo periodo? Con un neologismo che grazie a dio il correttore di word ancora sottolinea di rosso e che mi fa l’effetto circa delle unghie sulla lavagna.

Poi la manifestazione sarà bellissima. Ma mi chiedo: perché? Il nostro amico Luca su Facebook l’ha definita Caporetto. Siamo d’accordo con lui. Le parole, il linguaggio, sono importanti. Va bene non cadere in un nome sobrio e didascalico ma qui mi viene in mente una storica rubrica di Cuore, il settimanale di resistenza umana su carta verde che ha fatto la storia della satira negli anni ’90. Si intitolava Botteghe Oscure ed era una stupenda galleria dei peggio giochi di parole per i nomi dei negozi. Nomi che visti oggi, con il declino della parola che abbiamo avuto, fanno sorridere. Ma tant’è. Sotto con Crema Petalosa.

Bruno Mattei

(Visited 49 times, 23 visits today)