Lettera aperta a Mario, i cittadini cremaschi non sono razzisti, Lottaroli si scusi con la città

Lettera aperta a Mario, i cittadini cremaschi non sono razzisti, Lottaroli si scusi con la città

Le dichiarazioni del capogruppo di Rifondazione Comunista, riportate anche da Sussurrandom ieri, hanno alzato un grande polverone in rete. riceviamo una lettera di un gruppo di cittadini cremaschi..

Lettera aperta di un gruppo di cittadini definiti RAZZISTI .
Siamo un gruppo di cittadini firmatari e non, del  referendum contro l’apertra della moschea , le dichiarazioni offensive e deliranti con cui il Capo Gruppo di Rifondazione Comunista Mario Lottaroli usa per definire chi a idee diverse dalle sue, suscita in noi profondo sdegno e vergogna, il solo pensiero che un’esponente della politica locale  e consigliere di maggioranza possa definire RAZZISTI E ISLAMOFOBI dei cittadini e il silenzio della stessa maggioranza su questo delirante commento, ci fa riflettere sul vero significato di democrazia e di libertà di parola.

Libertà di parola pensiero vanno  bene fino a quando non ledono e non offendono libertà e pensiero altrui
dopo queste dichiarazioni siamo a conoscenza che 5.000 firmatari e altri cittadini non firmatari ma ugualmente contrari all’apertura della moschea, sono RAZZISTI.

Bene, anzi no …. chiediamo al sig. Lottaroli un comunicato di scuse immediate verso i cittadini cremaschi, usando stessi organi e stesso spazio d’inforazione usato in precedenza, chiediamo alla maggioranza di prendere le distanze dalle citate dichiarazioni e l’allontanamento del Capo Gruppo di Rifondazione Comunista dal palazzo comunale, per completezza d’informazione riteniamo opportuno avvisare il responsabile di queste frasi che noi RAZZISTI (come da lei citato n.d.r) stiamo valutando la possibilità di un’azione legale tramite querela.

Attendiamo al più presto l’intervento del Sig.Sindaco in merito alla questione ricordando che idee e opinioni diverse vanno rispettate sempre e che una carica comunale e/o politica non significa poter  offendere chiunque senza conseguenze.

Un gruppo di cittadini firmatari della petizione

(Visited 24 times, 4 visits today)