L’ultimo addio a Noris Lacchinelli, imprenditore e calciofilo appassionato

L’ultimo addio a Noris Lacchinelli, imprenditore e calciofilo appassionato

Se ne è andato in silenzio, prerogativa questa tipica dei grandi personaggi, nei giorni scorsi Noris Lacchinelli, imprenditore (fondatore della Majestic) illuminato e calciofilo appassionato. Ex arbitro di calcio, la passione per il football e per l’Ac Crema 1908, tanti anni fa (anni Ottanta) lo portò appunto a rilevare il team nerobianco dopo l’addio di Tajè. Il suo avvento nella società cremina, senza tanti proclami e annunci portò energia vitale, passione, competenza e la promozione in serie D. Grazie a lui crebbe pure molto anche il “Trofeo Angelo Dossena” vivendo, parallelamente al sodalizio nerobianco naturalmente, un periodo fantastico, magico, luccicante e, ahimè, probabilmente irripetibile.

Agli inizi degli anni Novanta, da buon visionario, dopo essere stato main sponsor della Cremonese, Lacchinelli, così per vedere l’effetto che fa e per creare una grande, lungimirante, attiva, dinamica e vincente corazzata cittadina, con Erasmo Andreini, allora patron del Pergo, beh provò ad ipotizzare il progetto fusione, vale a dire l’ipotesi di riunire, in un unico superteam, le due maggiori entità calcistiche cremasche. Ma l’operazione sfumò ancor prima di decollare, il Crema passò ad Aliprandi e il buon Noris, pur continuando a seguire il football nostrano, lasciò l’adorato mondo pallonaro.

Sì fu un grande dirigente del pallone Noris Lacchinelli. Chapeau!

Stefano Mauri

 

(Visited 232 times, 65 visits today)