Maialata, al via l’edizione 2015 della rassegna gastronomica cremasca

Maialata, al via l’edizione 2015 della rassegna gastronomica cremasca

Quella bella, sana, gustosa voglia di Maialata I ristoratori dell’Associazione Le tavole Cremasche vogliono valorizzare e far conoscere la cucina cremasca, cucina che nel periodo invernale privilegia il maiale.

Con i cuochi dell’Associazione le eccellenze gastronomiche di artigiani e produttori virtuosi arrivano velocemente sulle tavole dei ristoranti, proposte in piatti che sanno mescolare la storica cucina di pianura con stimoli innovativi, per far conoscere e amare tradizioni gastronomiche e ingredienti di questa nostra isola felice.

Ecco allora, con cadenze prefissate, seguendo il naturale ritmo delle stagioni, le nostre rassegne enogastronomiche: ora è il momento della “LA MAIALATA 2015”. La rassegna gastronomica, giunta alla 18° edizione è intimamente legata al territorio, alla buona abitudine di allevare in proprio il maiale e macellare in casa con l’aiuto di provetto norcino, non dimenticando che in questo freddo periodo dell’anno, a tavola è buona abitudine “… fare il maiale”, per fare abbondante scorta di proteine e grassi prima del lungo e salutare digiuno quaresimale.

Con la “Maialata” i ristoratori propongono menù degustazione che vanno dai 25 ai 30 euro; Insalata di piedino disossato, Risotto con crema di verza, Polpettine di salsiccia, Calde frittelle di salsiccia e verze, “Luganega di Salame”, Zuppa di Cotenne, Lasagnette di zucca e salsiccia, Tortino di zucca e salsiccia, Stinchetto di maiale al iele, Filetto di maiale con mele caramellate, … continua Genuine ricette intimamente legate al territorio e alle stagioni, con il valore aggiunto dell’Associazione LE TAVOLE CREMASCHE, a conferma dell’impegno che anima i soci ristoratori nella ricerca di nuove opportunità gastronomiche per gli ingredienti tipici del territorio cremasco.

Da alcuni anni la Maialata viene proposta nel medesimo periodo del carnevale per esaltare con le nostre proposte gastronomiche un grande evento da sempre presente nella tradizione cremasca; uno dei più grandi e partecipati carnevali della Lombardia, con la costante presenza della maschera”al Gagèt còl sò Uchet” (con buona pace degli ambientalisti).

Quali sono i ristoranti aderenti al circuito “Tavoliere”? Eccoli: Bistek (Trescore Cremasco), Ridottino (Crema), Quin (Crema), Volpi (Nosadello di Pandino), Hostaria San Carlo (Moscazzano) e Tre Rose (Castelleone).

(Visited 28 times, 9 visits today)