Ultimo. Nel 2016 partecipa a concorso Rap della Honiro al Barrio’s di Milano. Io ci sono (perché gareggia anche mio figlio Giorgio, all’epoca Core). Il vincitore avrà un contratto di un anno per la Honiro. Un minuto prima dell’inizio la Giuria decide di ridurre da 3 a 2 minuti il tempo per proporre la propria canzone. La ‘giuria’ è composta da 2 persone (dipendenti della Honiro). Appena finito di cantare (un pezzo che proprio rap non sembrava essere, anche se interpretato bene e con bella voce ) Ultimo viene chiamato al banco della giuria e parla con loro. Su oltre 100 partecipanti, succede solo con lui. Alla fine Ultimo vince e da lì inizia la sua carriera. Non protesto’…anzi gli andava tutto bene. Adesso invece dà pugni sul muro e ce l’ha col mondo intero perché a Sanremo doveva vincere lui (ma mica sempre è domenica quella giusta….??). Non accetta che un regolamento (da lui sottoscritto prima di partecipare) lo abbia fatto arrivare secondo. Non gli va bene che conti il parere di una giuria numerosa e composta in larga parte da giornalisti, comunque da gente di cultura. Preferisce gli sms. O forse preferiva due persone…come la ‘giuria’ di Milano, due persone che appena prima di iniziare la gara…cambiano le regole del gioco. Morale: impara a perdere, ragazzo. Ne farai tesoro … nella tua brillante vita. ??
Chapeau a Maurizio Borghetti (nella fotografia è ritratto con l’ex Direttore Generale della Juventus Luciano Moggi, ndr) aspettando il ritorno alla musica di suo figlio Giorgi, col nuovo nome d’arte e nuovi ritmi.

Stedano Mauri

(Visited 35 times, 35 visits today)
Share