Milano golosa, successone per l’ottava edizione della manifestazione

Milano golosa, successone per l’ottava edizione della manifestazione

Si è conclusa lunedì 14 ottobre, l’ottava edizione di Milano Golosa, la manifestazione ideata dal Gastronauta© dedicata alla produzione artigianale italiana di nicchia. Tre giorni di evento in cui oltre 200 artigiani del gusto sono approdati a Milano per portare la loro eccellenza, e accanto ai produttori e agli artigiani, un totale di 67 appuntamenti tra masterclass, cooking show, degustazioni, seminari, approfondimenti.

Da sabato 12 a lunedì 14 ottobre il Palazzo del Ghiaccio è stato animato da giornate piene di cibo, di sapori, di profumi, di momenti di scoperta e di contaminazione, giornate coronate non solo da un gran numero di visitatori, ma soprattutto da un deciso e netto incremento degli operatori di settore partecipanti, un buon 30% in più rispetto all’anno scorso, tutti all’insegna dell’artigianalità, della contaminazione e dell’eco-sostenibilità.

Proprio questo tema è stato infatti uno dei cardini dell’ottava edizione di Milano Golosa: l’obiettivo di quest’anno della manifestazione era riuscire a essere 100% plastic free nei prodotti e nell’allestimento, ma anche dare attenzione alle produzioni sostenibili, riunendo produttori che hanno in comune con la manifestazione la massima attenzione all’ambiente. Centrale è stato il dibattito di sabato 12 ottobre proprio sulla sostenibilità. Affermano i relatori: “Qualsiasi prodotto può essere migliorato dal punto di vista dell’innovazione scientifica e della produzione per ridurre l’impatto sull’ambiente e sulla salute dell’uomo, soprattutto i prodotti della tradizione gastronomica italiana: la tradizione è un’innovazione riuscita”.

Milano Golosa 2019 si è schierata in maniera ferma e netta nella denuncia contro il protezionismo che colpisce l’agroalimentare italiano, di cui c’è una larga rappresentanza tra gli espositori all’evento, a favore invece dell’unione tra culture e tradizioni gastronomiche differenti.

L’edizione del 2019 ha infatti segnato una svolta nella tradizione di Milano Golosa, puntando sulla contaminazione culturale e gastronomica con Asian Taste, un intero padiglione dedicato all’Estremo Oriente. E proprio Asian Taste ha incontrato l’entusiasmo del pubblico, che tra dim sum, baozi, cerimonia del tè, filettatura del tonno, masterclass sul sakè ha potuto scoprire o ritrovare l’alto livello della cucina orientale, le tradizioni e le regionalità che tanto la accomunano con quella italiana.

 

“Quest’anno per Milano Golosa è stata un’edizione importante perché si è parlato di temi importanti e di grande attualità” – spiega Davide Paolini, il Gastronauta – “Si è parlato dei dazi assurdi, americani e non solo, che costituiscono un problema per tutti i prodotti gastronomici italiani venduti all’estero, si è parlato di sostenibilità, e si è parlato di contaminazione, di unione e di abbinamenti non convenzionali,

(Visited 15 times, 15 visits today)