Movimento 5 stelle, surreale premiare i migranti e non adottare il baratto amministrativo

Movimento 5 stelle, surreale premiare i migranti e non adottare il baratto amministrativo

Apprendiamo che il sindaco Bonaldi ha premiato alcuni migranti per il servizio di controllo dei parcheggi in piscina. Riteniamo che tutto ciò sia surreale in un paese dove ci sono moltissimi cittadini italiani, madri e padri di famiglia, che faticano ad arrivare a fine mese. E qual è il loro premio? Quando va bene, un aumento delle tasse! Il M5S ritiene che svolgere un’attività volta al miglioramento e alla pulizia della città sia il minimo che i migranti ospitati possano fare, sia per mantenere una loro dignità sia per ricambiare l’accoglienza e l’ospitalità che Crema dà loro. In tutta onestà, stare tutto il giorno fermi passivamente per un fantomatico controllo non ci sembra possa contribuire a migliorare la città.

Attività, certamente faticose, come pulire aiuole, parchi, strade o riparare alcune strutture cittadine degradate possono essere considerate esempi di attività protese al miglioramento di Crema. Per i richiedenti asilo, la possibilità di partecipare volontariamente ad attività sul territorio è contemplata da una circolare del Ministero dell’Interno (14290 del 27 novembre 2014) che indica l’utilità di creare percorsi finalizzati a superare le condizioni di passività. Esempi concreti sono già stati attuati a Milano, Varese, Cuneo e in tantissime altre piccole o grandi realtà comunali italiane. Il M5S propone da sempre il Baratto Amministrativo, applicato a tutti coloro che, in possesso delle condizioni fisiche adeguate, vengono aiutati dal Comune.

Inspiegabilmente, l’attuale amministrazione non lo ha mai voluto prendere in considerazione, ma uno dei cavalli di battaglia del M5S Cremasco è e sarà sempre l’equità e il rispetto per i Cittadini.

Ufficio Stampa MoVimento 5 Stelle Cremasco

(Visited 84 times, 4 visits today)