Tombini e neve, il racconto del consigliere di minoranza sull’emergenza neve a Ripalta Guerina

Tombini e neve, il racconto del consigliere di minoranza sull’emergenza neve a Ripalta Guerina

Neve e disagi. Abbiamo letto questi giorni di paesi rimasti per ore, giorni, senza corrente e luce. Ci hanno raccontato cosa è ad esempio successo a Ripalta Guerina, “Esperienze che mi sono state riferite da abitanti del paese”, racconta Roberto Morelli, consigliere comunale di minoranza, “e che sono anche divertenti. Ad esempio il 27 dicembre pochi si ricorderanno della nevivata fatta in quento sono caduti 4 fiocchi in croce bene nel nostro comune l’amministrazione comunale con solerzia è intervenuta immediatamente facendo passare la “calata” che è riuscita nel compito di sollevare tombini, visto che di neve non ne era caduta un centimentro. Il 7 febbraio con 30 centimenti di neve, memore del passaggio di dicembre la nostra amministrazione pensa bene di fare passare la calata non prima delle 8.00. Oltre al fatto che molti cittadini non sono riusciti a recarsi al lavoro. Stiamo parlando di un paesino con 400 anime, dove sono presenti più trattori che residenti. Ho capito ed ho risposto (come consigliere di minoranza) ai cittadini che hanno lamentato il proprio sdegno nel mio comune l’allerta meteo è considerata salvaguardia dei tombini.  Da quest’anno potremo indire il tombino day il 27/12/2015 come sagra del paese questa è l’unica risposta che h potuto dare ai cittadini amareggiati e arrabbiati per l’accaduto,  un film citava non ci resta che piangere ..a noi non resta che ridere”.

(Visited 30 times, 8 visits today)