Notti Bianche e iniziative periodiche per far vivere i giardini e il centro?

Notti Bianche e iniziative periodiche per far vivere i giardini e il centro?

Ha ragione l’assessore Fabio Bergamaschi quando dice e scrive che i giardini pubblici di Porta Serio rappresentano un patrimonio ambientale e monumentale di rara bellezza, una grande bellezza da recuperare dall’incuria e da vivere.

Quindi il comune da quelle parti, per così dire ha portato la luce (nel senso di nuovo impianto di illuminazione), mentre a garantire controllo e sicurezza ci penseranno le forze dell’ordine. Adesso però, con la bella stagione alle porte, e soprattutto con la prospettiva che Crema (CReMA 2020) diventi sempre più verde e a mobilità sostenibile, bisognerà organizzare qualcosa per rilanciare i giardini, ergo perché non ospitare, all’ombra di Porta Serio, sotto le mura, qualche manifestazione cultural artistica?

E ancora: ai giardini (Porta Serio e Chiappa), sotto il mercato AustroUngarico o in altre parti da individuare, durante l’estate, periodicamente (due volte al mese) non potrebbe essere un’idea quella di promuovere una “Notte Bianca” con la presenza di tutti i locali cittadini (presenti con appositi “stend”) che aderiscano all’iniziativa?

Da qualsiasi parte si inquadri questa questione, ma il discorso vale anche per altri progetti in ballo, per trovare risorse (euro e personale umano) beh sarebbe cosa buona e giusta coinvolgere le Eccellenze del territorio (Beppe Riboli, Marco Erementini, Roberta Schira, Renato Ancorotti e altri ancora …) e promuovere sinergie strategiche tra pubblico e privato.

Stefano Mauri

(Visited 74 times, 3 visits today)