Ok alla Festa del Salame descritta dalla Andreini. Ma … i vino casalscho di Caleffi e il Salame Cremasco caro all’Antonio Bonetti?

Ok alla Festa del Salame descritta dalla Andreini. Ma … i vino casalscho di Caleffi e il Salame Cremasco caro all’Antonio Bonetti?

Ammettiamolo :il salame piace proprio (quasi )a tutti ,forse perché ispira felicitá ,suggella la convivialitá in tavola ,testimonia l’ espressivitá del territorio con le sue tradizioni e i suoi riti .E oggi ,nel Palazzo Comunale ,é stato lui il protagonista assoluto ,abbinato splendidamente ai Lambruschi mantovani .Un anticipo coinvolgente della ricca Kermesse che colorerá le strade del centro storico di Cremona dal 25 al 27 ottobre :la “Festa del Salame “ di Cremona sará un incontro di gusto ,artigianalitá, passione ,tradizione ma anche musica ,come ben dimostra il bel video promozionale di quest’ anno.

Così postò sulla sua pagina Facebook nei giorni scorsi la SocialFood Blogger Annalisa Andreini. Chapeau alla Festa del Salame di Cremona quindi, ma perchè non si invita alla kermesse pure il Nobile Salame Cremasco e i vini naturali casalaschi, quindi cremonesi della Cantina Caleffi? Per quanto riguarda il Salame Nobile Cremasco da anni il cuoco ricercatore appassionato Antonio Bonetti si sta battendo per ottenere il riconoscimento (Dop?). Ebbene… non è ora di affiancarlo nella sua campagna di salvaguardia e tutela?

sm

(Visited 20 times, 20 visits today)