Oltre un milione di euro di investimenti? Il Pergo li merita, il vecchio Voltini no!

Oltre un milione di euro di investimenti? Il Pergo li merita, il vecchio Voltini no!

Quindi alla fine, tra un balzello e un altro orpello, passando per rifacimenti straordinari (luci, “gabbia” per i tifosi ospiti) e lifting ordinari, ecco, alle casse comunali, la sistemazione dello stadio Giuseppe Voltini dovrebbe costare poco meno, o poco più di un milione di euro. E noi paghiamo, perdinci! Nota a margine: ma la Lega Pro, vale a dire la divisione di riferimento per le squadre iscritte alla serie C, beh è mai possibile … “spinga” club piccoli, o meglio, di fatto implichi i comuni di queste compagini a… “spandere” fior di euro per l’adeguamento periodico dei relativi stadi, allorquando forse basterebbe utilizzare giudizio? In che senso? Allora lo stadio Giuseppe Voltini (è glorioso ed è storia, ma non sarebbe meglio o maggiormente conveniente, invece di “spandere”, costruire un nuovo e moderno stadio con due miliardi di vecchie lire? Mah…) non merita maxi investimenti affinché i gialloblù possano disputare due o tre gare in notturna.

Tra l’altro, proprio per come è fatto, il Voltini rende difficili, se non impossibili determinate riprese video, dunque se diretta sia o si fa come viene o si può, oppure che si giochino, queste poche sfide for business (ma per chi?)  a Cremona piuttosto che Pizzighettone o Caravaggio, no? Detto ciò, i denari che un campo di calcio superato dai tempi, per intenderci il già menzionato Voltini, non li vale, indubbiamente li merita la Pergolettese. E qui è doverosa un’altra sottolineatura. Ed è la seguente: la promozione in serie C se da un lato ha spinto la giunta Stefania Bonaldi (il tifo porta anche voti, ergo è fisiologico che un comune spenda per il football che coinvolge tanta gente, anche se forse bisognerebbe cercare, cosa che la Bonadli tuttavia proverà a fare, altre strade, tipo Project Financing, proroghe, accessi a prestiti sportivi, eccetera, eccetera… ) a raschiare le casse comunali, dall’altro e quasi in parallelo ha obbligato la dirigenza con portafoglio del Pergo (voto 7 comunque finisca l’annata calcistica 2019 – 2020) a pesanti sacrifici per partecipare a un impegno sì nobile, ma dispendiosissimo. E ragionando su questa lunghezza d’onda, invece di critiche per la pessima ouverture agonistica gialloblù, contestualizzando ogni discorso, la sana proprietà canarina meriterebbe sostegno e, soprattutto, l’entrata in scena di nuovi sponsor e, o compagni d’avventura dalle risorse … notevoli. Insomma, per farla breve: se la Pergolettese merita, ragionando di logica e in prospettiva moderna, il Voltini no. Che fare? Azionare il buon senso e … agire di conseguenza facendo, senza vergogna, di necessità virtù.

stefano mauri

(Visited 28 times, 8 visits today)