Pasquineide, quanto ci vorrebbero i Chips per fare andare bene il territorio

Pasquineide, quanto ci vorrebbero i Chips per fare andare bene il territorio
  • Questa settimana per la negatività darei la menzione al “caso Danone” con tutto quello che si porta dietro.

Abbiamo discusso a lungo sulla decadenza di Crema, e questa è proprio la “ciliegina sulla torta”. Le mancanze di uno Stato poco attendo al sistema produttivo nazionale e la miopia della politica locale, portano inevitabilmente a queste conseguenze. La chiusura di impianti produttivi, il licenziamento di centinaia di lavoratori, l’impoverimento di migliaia di famiglie…… In tutto questo cosa fanno i comuni? Nulla, aumentano le aliquote delle imposte locali e fanno “squadra” solo sulla carta e in campagna elettorale.

 

  • Il personaggio della settimana è invece il centauro più furbo del mondo,

quello che sabato, partendo impennato dal semaforo di viale repubblica è atterrato sul cofano di un’auto… A questo fenomeno da circo voglio attribuire il mio personalissimo premio, ricordando con un po’ di malinconia i “due cilindroni”, per chi ha una storica memoria cremasca, al secolo Pagotto/Gazzaniga, i due vigili motociclisti che tenevano in scacco Crema, non solo con le multe, spesso con sonore tirate d’orecchie…… Ma Crema allora funzionava e grazie al loro lavoro era anche più sicura.

Pasquino Cremasco

(Visited 236 times, 32 visits today)