Passeggiando con Metaxas, l’uomo ragno ovvero il maestro Pietro Pasquini

Passeggiando con Metaxas, l’uomo ragno ovvero il maestro Pietro Pasquini

Io e Metaxas,  non siamo patiti per l’organo, molte volte i suoni lugubri delle sue canne ci fa spaventare/intimorire.

Insomma con l’inganno ci hanno portato ad un concerto per soli intimi del maestro professore Pietro Pasquini. Alto dinoccolato, vestito come un muntagnì, scarpe da ballerino da cui si evince chiaramente che ha un inizio di alluce valgo….io e Meta non riusciamo a capire il perchè di quelle scarpe. Si presenta, e la voce è timida..poi si mette ad aprire una serie di porte-ante e ti appare in tutta la sua potenza l’organo che lui personalmente ha disegnato..5 metri per 8 di altezza..mamma mia è impressionante.

Si siede alla panchetta dell’organo e d’improvviso si trasforma nell’uomo ragno…alla velocità del suono pesta sui tasti e sposta levette a destra e a sinistra, le braccia sembrano avere vita propria,  i piedi impazziti si muovono rapidi sui tasti sotto (che nessuno aveva notato), il corpo snodato segue la musica di Vivaldi e di Patrai, mille suoni escono da quelle canne, sembra un flauto, sembra una fisarmonica….io e Metaxas siamo scioccati.

 

Insomma ora abbiamo capito che un altro organo è possibile e ci piace.

Gemma Cantone del Mondo alla Roversa

(Visited 42 times, 22 visits today)