Pedro Valti si è reciclato a Trono Over di Uomini & Donne e adesso si fa chiamare Giampietro

Pedro Valti si è reciclato a Trono Over di Uomini & Donne e adesso si fa chiamare Giampietro

Non seguiamo la televisione del pomeriggio. E’ una colpa lo sappiamo. Fatta questa precisazione dobbiamo raccontare una storia cremasca che sta impazzando in televisione… e noi non lo sapevamo. Ma ci siamo accorti quasi per caso. In alcuni momenti della settimana, di pomeriggio il martedì o il mercoledì, il contatore delle visite al sito schizzava incredibilmente verso l’alto. Invece del solito numero di persone on-line, qualche decina, improvvisamente si schizzava su centinaia. Tutti su alcuni articoli scritti un paio di anni fa quando raccontammo con una serie di video La saga di Pedro Valti, un cremasco assai “fulminato” ci passi il termine. Famoso, allora, per una incredibile partecipazione all’Eredità di Amadeus dove con la risposta assurda ad una domanda, “per me è la Cipolla”, fece incazzare non poco il conduttore fino a farsi cacciare.

Ebbene il buon Pedro ci riprova, abbandonato il nome d’arte adesso si fa chiamare Giampietro Valti, presumiamo il suo nome vero, ed è uno dei partecipanti a Trono Over, lo spin-off di Uomini e Donne del pomeriggio di Canale 5. Un tronista. La sua storia con Cinzia sta facendo impazzire il web, che piano piano sta scoprendo il passato del Valti.

Non solo Amadeus, ma già un Uomini & Donne di qualche anno fa, corteggiando Tina Cipollari e insultando Maria De Filippi, ma poi anche altre cose come le comparsate a fianco del buon Andrea Diprè, che quando c’è un fenomeno da scoprire è sempre in prima linea. A Crema il ragazzo ha pure avuto per un po’ la pizzeria Don Pedro, dove si svolse niente meno che un raduno di Alba Dorata. E poi ancora le comparsate in radio a Rtl, il raduno dei suoi fan...

Che sia un genio quindi lo sosteniamo da un po’. Il Cipolla, come si fa chiamare, è riuscito a rivitalizarsi per l’ennesima volta. I partecipanti cadono dalle nuvole quando escono i suoi trascorsi. Gli autori, che ovvimenbte lo sapevano benisimo, gongolano da morire. Come noi per tutti gli accessi che ci porta. Lunga vita a Pedro… pardon Giampietro Valti.

(Visited 663 times, 269 visits today)