Pensieri parcheggiati selvaggiamente sul problema del posteggio selvaggio alle feste di partito

Pensieri parcheggiati selvaggiamente sul problema del posteggio selvaggio alle feste di partito

A volte ritornano, l’estate ci ricorda che stanno partendo le varie feste dell’Unità, della sinistra e di Ombrianello; e come ogni anno rispunta fuori una vecchia polemica. In discussione i parcheggi selvaggi accanto alle feste che oltre a rappresentare un pericolo mettono in luce come le regole funzionano solo per qualcuno. È giusto chiarire che certe situazioni in prima battuta nascono dall’atteggiamento indisciplinato di chi si mette alla guida e di chi a tutti costi deve trovare posto il più vicino possibile ad un evento onde evitare di fare troppa ginnastica camminando, non sia mai che si faccia un po’ di sano sport. Se da un lato la colpa è dell’automobilista, una parte di colpa la deve condividere anche il Comune; prima di tutto deve promuovere comportamenti virtuosi, e diciamo che se può essere anche fatto a parole, poi deve mettere in condizione di parcheggiare negli appositi spazi e impedire gli abusi.

E su questo punto ci soffermiamo.

Due anni fa un cittadino esasperato ha ottenuto l’intervento della Polizia di Stato perché durante la festa del PD di Ombrianello alcuni automobilisti avevano selvaggiamente posteggiato proprio davanti al cancello dell’abitazione. Inutile dire che due cose accaddero: le macchine furono rimosse e multate, la politica locale esplose. (addirittura si dice che qualche politico locale aveva chiamato il commissariato chiedendo chi avesse fatto tutto questo casino e cattiva pubblicità alla festa…). Non è un particolare di poca importanza, l’intervento fu della Polizia di Stato e non della Polizia Locale, perché quella sera nessuno aveva previsto un servizio d’ordine in occasione della rinomata festa. In maniera molto semplice, perché non si pensi che vogliamo dare la colpa agli agenti della Polizia Locale, questa è organizzata su turni diurni, e in casi particolari su turni notturni straordinari. In sostanza se il Comune non ha previsto a bilancio questi turni straordinari in occasione della festa, la Polizia Locale non poteva essere presente.

E quindi?

Cominciamo col dire che se una festa è organizzata da un partito, teoricamente tocca a loro chiedere al Comune l’intervento della Polizia Locale, anche solo per garantire la sicurezza in corrispondenza dei passaggi pedonali. Potrebbe anche essere un iniziativa autonoma del Comune al fine di tutelare la comunità che partecipa alla festa, insomma diciamo che le motivazioni che possono spingere all’azione sono tante. Sembra facile? Potrebbe esserlo, e basta pensare che di solito quando a Crema avviene un fatto grave, come un minorenne in coma etilico, il fine settimana successivo in una piazza a caso, diciamo Piazza Garibaldi, vengono schierati gli  agenti della Polizia Locale insieme ai Carabinieri o alla Polizia di Stato e gli immancabili giornalisti giusto per far vedere che la giunta è “sempre sul pezzo”. È molto strano che questo sistematicamente non avviene in occasione di certe feste…

Prima che qualcuno possa obbiettare, in passato la Polizia Locale era più presente, per esempio l’abbiamo vista occupata a garantire la sicurezza del passaggio pedonale di via Milano in occasione della Festa del PD…ma le multe? Quante volte abbiamo letto di azioni di un certo rilievo per contrastare il fenomeno dei parcheggi selvaggi? Può essere come dice qualcuno che il Sindaco si guarda bene dal pestare i piedi ai propri compagni di partito? Sono ipotesi per carità, quel che rimane certo è che nel corso degli ultimi anni si è puntato più volte il dito contro la giunta in merito alla questione e nulla è stato fatto, quantomeno per dimostrare che certe teorie sono infondate… Se vogliamo essere sottili, con la stessa ratio, qualcuno che aveva criticato un famoso autovelox è stato subito zittito in nome del rispetto delle regole e della sicurezza, quante volte abbiamo sentito parlare di legalità dall’attuale giunta? Non poche, ed è ironico che proprio ora che è la comunità a chiedere il rispetto delle regole, il Sindaco molto social e la sua giunta fanno orecchie da mercante…

Vedremo alla prossima festa di Ombrianello.

Federico “Jock” Corradini

 

(Visited 90 times, 2 visits today)