Per l’ennesima volta, Crema e Pergolettese, a Pasqua avranno poco da chiedere

Per l’ennesima volta, Crema e Pergolettese, a Pasqua avranno poco da chiedere

Ma … quella che si avvia alla conclusione, per l’Ac Crema 1908 è una vera e propria, la seconda di fila, stagione fallimentare? Assolutamente sì, perché considerando ambizioni, premesse e spese, non vincere il campionato e sperare nella lotteria, ammesso e non concesso di raggiungerla, playoff, ecco senza dubbio è il sonoro fallimento calcistico del progetto nerobianco 2015 – 2016.

Tutto questo nell’anno Magno di Crema Città Europea per lo Sport 2016. Ciò detto, osservatori interessati alla finestra, i dirigenti cremini, qualora, prossimamente nel breve periodo, causa crisi generale si presentasse l’occasione di salire di categoria tramite l’acquisizione di un titolo sportivo, beh sicuramente si faranno trovare pronti per … abbozzare, almeno, una trattativa. E il Pergo? Mah, questa per i gialloblù è la seconda (e considerando la retrocessione la terza ahimè) consecutiva stagione incolore, annata per carità senza patemi, ma senza nemmeno squilli. Insomma, cremini e cannibali si apprestano, salvo colpi di scena, a vivere ancora una Pasqua calcistica non particolarmente brillante e senza pretese audaci. Ma davvero considerando questa attualità, ipotizzare, sperando in tempi migliori, una fusione (se fosse questo il sogno mostruosamente proibito di Cesare Fogliazza?) calcistica è pura, irrealizzabile utopia?

Stefano Mauri

(Visited 24 times, 8 visits today)