Pergo e Crema vogliono vincere, ma due squadre non sono forse troppe?

Pergo e Crema vogliono vincere, ma due squadre non sono forse troppe?

Cesare Fogliazza, deus ex machina della Pergolettese (attualmente il Cnd è la sua collocazione ideale) vorrebbe allestire una rosa abbastanza competitiva, senza acuti e possibilmente senza svenare il budget (circa 600mila, gli euro ufficiali che verranno destinati al progetto gialloblù).

Addetto ai lavori appassionato, sicuramente in quella giungla che è il calcio dilettantistico, il buon Cesare, volpe calcistica, si muove meglio che in Lega Pro, non ha bisogno quindi di tanti consigli, ma senza dubbio farebbe bene a guardarsi le spalle (interne) consolidando, o meglio, allestendo uno staff societario snello (tanto in cabina di regia, da buon imprenditore di calcio comanda lui) ma ermetico (che non lasci trapelare nulla all’esterno) e dovrebbe inoltre affidare la squadra a mister Marco Lucchi Tuelli (in nomination con Paolino Curti) tecnico spettinato (non è un prostituto intellettuale) e assai preparato. Queste le uniche dritte che ci sentiamo di dare al bravo Cesare Fogliazza.

Sull’altro fronte calcistico cittadino invece, Chicco Zucchi, nuovo patron dell’Ac Crema, team militante in Eccellenza punta a conquistare il Cnd entro tre anni, magari ricorrendo all’azionariato popolare.

Ma secondo voi, Crema, Granducato Laico del Tortello riuscirà a supportare nel lungo periodo due squadre di vertice nel calcio dilettantistico lombardo – padano?

Stefano Mauri

 

(Visited 28 times, 6 visits today)