Pergolettese così non va impara a vincere e a ragionare come e soprattutto da Gagà

Pergolettese così non va impara a vincere e a ragionare come e soprattutto da Gagà

E’ il main sponsor Gagà per adesso la cosa migliore, o meglio, l’unica cosa vincente di questa (l’ennesima per la cronaca) triste, spaesata e malinconica Pergolettese con due reparti (difesa e soprattutto centrocampo) come minimo da assettare.

Ergo domenica, al cospetto dell’infelice (messa peggio addirittura di questo Pergo) Grumellese occorre soltanto vincere che nel Cnd alla poesia bisogna preferire la (alla lunga) prosa.Purtroppo sin qui, allenatore e squadra ancora non si sono calati nella parte. Il tempo per recuperare c’è tutto ci mancherebbe, ma urge correggere la rotta al più presto, così come servirebbe potenziare, strutturare (rendendolo poi funzionale, organico e operativo) l’organigramma societario. Prendere quindi esempio, contestualizzando il tutto al calcio naturalmente, da Gagà, magari chiedendo al buon Ruben Tomella (Vera Eccellenza Cremasca da esportazione) se ha voglia di diventare presidente o vice del sodalizio. Occhi da tigre dunque perché altrimenti il rischio che corre Cesare Fogliazza è quello di diventare famoso (ammesso e non concesso il Crema vinca il campionato) per aver … riportato lo storico derby tra cremini e cannibali in auge.

Stefano Mauri

(Visited 17 times, 5 visits today)