Piattaforma aperta solo alle attività, stop alle case dell’acqua: nuove restrizioni per evitare assembramenti di persone

Piattaforma aperta solo alle attività,  stop alle case dell’acqua: nuove restrizioni  per evitare assembramenti di persone

Nel comune di Crema saranno chiuse, da oggi, le case dell’acqua, e da sabato anche la piattaforma di raccolta rifiuti verrà sospesa tranne per le attività artigianali e produttive. Ferma restando la raccolta porta a porta dei rifiuti, servizio invece essenziale.

Due decisioni, prese dal sindaco in accordo con Padania Acque (per le case dell’acqua) e Linea Gestioni (per la piattaforma) sempre sulla base delle linee di indirizzo del DPCM dell’11 marzo e considerando l’evoluzione del contagio da coronavirus Covid-19, misure adottate al fine di evitare assembramenti di persone in luogo pubblico e di scongiurare comportamenti che costituiscano violazione dell’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro.

Da oggi e fino al 3 aprile e salvo ulteriori disposizioni, sono chiuse le fonti di via XI Febbraio, Largo Falcone e Borsellino, via Toffetti e via Bramante. A maggior ragione in questo periodo di emergenza, peraltro, l’invito alla cittadinanza è quello di consumare l’acqua della propria abitazione, protetta e controllata, sicura e di ottima qualità, limitando così gli spostamenti per l’approvvigionamento esterno.

Anche per quanto riguarda la piattaforma di raccolta rifiuti, dopo aver osservato un accesso anomalo, in queste ultime settimane, alla piattaforma ecologica di Crema da parte dei privati cittadini, che ha reso complicato quando non impossibile garantire il contingentamento e il distanziamento, è stato concordato che da sabato 21 marzo verrà sospesa l’attività del conferimento rifiuti in piattaforma da parte dei privati cittadini, tenendo invece fermo e funzionante il servizio per tutti gli altri operatori economici ed artigianali.

(Visited 50 times, 50 visits today)