Porta Ombriano? Il fai e disfa dell’Amministrazione ci è costato 170 mila euro

Porta Ombriano? Il fai e disfa dell’Amministrazione ci è costato 170 mila euro

Circa € 170.000, tanto sono costati ai cittadini gli strampalati interventi a Porta Ombriano, completamente a carico del bilancio comunale, non finanziati da alcun bando o altro ente che non sia il Comune, cioè dai Cremaschi. Costi economici, che vanno aggiunti a quelli in termini di tempo e pazienza.Costi da addebitare all’Amminsitrazione Bonaldi e al suo fallimentare metodo di governo: invece di condividere per tempo con commercianti e cittadini i cambiamenti previsti, la Giunta ha dovuto rincorrere una soluzione per mesi, cambiando ben tre volte l’assetto viabilistico della piazza, tra la confusione e lo stupore di automobilisti e frequentatori della piazza, prima di giungere ad una conclusione.

In seguito a interpellanza del M5S, dal dettaglio dei costi emergono altri particolari interessanti, che dimostrano la quantità di errori effettuati da questa Amministrazione e i goffi tentativi per correggerli. Rispetto alla prima delibera, che prevedeva un progetto di € 90.000, ne sono stati spesi il doppio! Inoltre, nel tardivo tentativo di coinvolgere i commercianti della piazza, si decide di favorirli coi tributi, scomputando il prezzo dell’arredo urbano dal plateatico, che si tradurrà quindi in mancati introiti per la collettività.

Secondo quale principio? Saranno contenti i commercianti delle altre piazze! La conclusione dei lavori è prevista per fine mese, ma un risultato è già sotto gli occhi di tutti: il pressapochismo e l’incapacità di amministrare che, per l’ennesima volta, questa amministrazione ha dimostrato!

Ufficio Stampa MoVimento 5 Stelle Cremasco

(Visited 29 times, 7 visits today)