Quando la banda della Comasina venne catturata a Ripalta Arpina, successo per Ieri e oggi con le Auto in Divisa

Quando la banda della Comasina venne catturata a Ripalta Arpina, successo per Ieri e oggi con le Auto in Divisa

Il 29 Maggio 1976 Ripalta Arpina è teatro di una clamorosa retata da parte delle forze dell’ordine: la temibile Banda della Comasina viene sgominata durante un tentato colpo al bar di Piazza Caduti. Sempre il 29 Maggio ma nel 1986, sempre a Ripalta Arpina, un’abitazione prende fuoco a causa di un cortocircuito. L’intervento tempestivo di una squadra di vigili del fuoco permette all’unica residente, intrappolata e paralizzata dal terrore, di cavarsela con una semplice intossicazione da fumo.

Questi fatti non sono realmente avvenuti, ma sono frutto delle ricostruzioni operate domenica pomeriggio in paese all’interno di “Ieri e oggi con le Auto in Divisa”, manifestazione organizzata dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Gruppo Storico Vigili del Fuoco di Crema e Lodi e con la partecipazione dell’Arma dei Carabinieri. Piazza Caduti ha accolto alcune auto in dotazione alle forze dell’ordine negli ultimi decenni, tra cui due Alfette e una Giulia, mentre i servizi di soccorso erano rappresentati da una Fiat Campagnola, un’autopompa APS OM 160 ed una motopompa degli anni ’40 ancora funzionante.

Una ricca esposizione di materiali ed uniformi è stata preparata all’interno del grazioso museo etnografico, dove i visitatori per tutto il giorno hanno potuto godersi mezzo secolo di storia delle forze dell’ordine, con l’ausilio di esperti del settore .

Nel pomeriggio, sfruttando la tregua concessa dal maltempo, sono state fatte simulazioni di interventi. La prima era mirata all’arresto di una banda di malviventi a seguito di rapina a mano armata, e l’epilogo si è ovviamente risolto a favore delle forze dell’ordine. Il lato pompieristico ha invece visto l’arrivo dell’autopompa a seguito di un incendio in appartamento. I vigili del fuoco hanno mostrato al pubblico l’utilizzo dell’acqua per combattere le fiamme, la salita tramite scala al primo piano dell’abitazione e il salvataggio di un ferito.

A conclusione della giornata tanti complimenti e applausi da parte dei presenti a tutti i partecipanti che hanno deliziato gli spettatori facendo rivivere alcuni momenti della storia recente in prima persona. Un ringraziamento particolare va all’amministrazione di Ripalta Arpina, che ha supportato con entusiasmo la manifestazione.

Susanna Marchesetti

(Visited 181 times, 33 visits today)