Quel Gran tavoliere di Angelo Dossena e l’aperitivo assai gradito delle Tavole Cremasche

Quel Gran tavoliere di Angelo Dossena e l’aperitivo assai gradito delle Tavole Cremasche

Inviato dagli amici di InPrimapagina alla consegna della targa di Gran Tavoliere per meriti gastronomici al buon Angelo Dossena mi sono trovato coinvolto in una delle mitiche merende dei Tavolieri. Dopo il filo di imbarazzo iniziale non ho potuto che apprezzare le prelibatezze preparate. La mitica focaccia senza burro (ma con grasso d’oca) di Antonio Bonetti del Bistek, dello spettacolare salame cremasco, che qualcuno si è augurato possa diventare Dop con un lavoro simile a quello fatto per il Salva. E del buon Franciacorta. Non so se ci hanno guardato come dei sani scrocconi, eravamo in due entrembe amanti del buon cibo, o abbiano apprezzato. Di certo li ringraziamo.

Soprattutto per il lavoro di diffusione della cultura gastronomica fatto sul territorio cremasco. Per questo è stato premiato Dossena, che ha anche messo lo zampino ad Expo per intercedere per un paio di libri cremaschi. Per il resto non posiamo che pensare con la bava alla bocca e una grande invidia alle loro conviviali private e personali. Ah il pezzo serio mercoledì 23 sul settimanale, che esce prima per le festività natalizie. Amen

Emanuele Mandelli

(Visited 140 times, 20 visits today)