RidOMANENGO, il Galilei come lo Zelig ma il tempo della ricerca è inesorabilmente finito

RidOMANENGO, il Galilei come lo Zelig ma il tempo della ricerca è inesorabilmente finito

C’era una volta il Sistema teatrale cremonese. Uno dei cinque teatri che lo componeva era il Galilei di Romanengo, quello più avanguardistico. Più di 20 anni di proposte di notevole spessore culturale. Adesso c’è RidOMANENGO, si scritto così per far capire il gioco di parole dell’incastrare rido in Romanengo.

Va bene, per carità. Ben venga. La rassegna di sette spettacoli che inizia il 24 ottobre con Gianluca Impastato, il Chicco d’Oliva di Colorado Cafè, e prosegue fino ad aprile del 2016 proponendo nomi conosciuti o meno del panorama cabarettisco italiano porterà sicuramente molte persone a teatro.

Si sa, la televisione è sempre stata un grande aggancio. Un’idea di Pippo Crotti, romanenghese che sta facendo fortuna tra teatro, cinema e tv. Gia ci aveva provato qualche anno fa a prendere in mano la direzione del teatro del suo paese. Nulla da dire.

L’intento principale” , si legge nel comunicato stampa, “era di portare un po’ di buon umore per la comunità romanenghese. Nell’organizzazione del calendario si è cercato di variare nella tipologia di spettacolo, dal comico televisivo al teatro circo comico alla comicità musicale. Sono spettacoli adatti a tutte le età con l’intento di creare un appuntamento fisso per la comunità dove poter passare più di un ora di puro divertimento in compagnia di amici e compaesani”.

Ben venga il buon umore per i cremaschi, e per tutti. Ma la ricerca? Va beh. Intanto i dati. Oltre ai biglietti interi che variano dai 10€ a 12€ e il ridotto di 8€ per i bambini e i ragazzini dai 4 a i 14 anni e gli over 65, esite la possibilità di fare l’abbonamento per i sette appuntamenti: intero 65€ e ridotto 50€. Le prevendite e gli abbonamenti si effettueranno in comune.

Il calendario: 24 ottobre Gianluca Impastato, 21 novembre Falappa Show, il 19 dicembre Andrea Farnetani, il 16 gennaio Claudio Lauretta, il 20 febbraio Scintilla, il 19 marzo Claudia Penoni, il 22 aprile Manicomics. ma in ultima battuta va detto che il Galilei della ricerca, quello cha ha portato a Romanengo grandi nomi del teatro OFF italiano, non sto a fare momi sarebbero troppi, funzionava… eccome. E ha regalato agli spettatori fedeli cose che altrimenti avrebbero dovuto rincorrere in ben altri lidi.

Lo spettacolo di cabaret lo si può vedere. E poi c’è la tv… Ma Cesar Brie, il Lemming, Arianna Scommegna… no, molto meno. Ecco. A me mancheranno.

em

(Visited 44 times, 9 visits today)