Se il Sindaco pensa che i cittadini abbian la memoria corta, Ncd all’attacco sul bilancio

Se il Sindaco pensa che i cittadini abbian la memoria corta, Ncd all’attacco sul bilancio

Ne continuiamo a sentire delle belle, se non fosse che incidono sulle nostre tasche!

A luglio l’amministrazione approverà il secondo bilancio 2015, per aumentare il piano tariffario senza neanche dichiarare quale sia l’obiettivo e senza essere in grado di dichiarare la previsione di maggiore entrata né come verrà utilizzata.

Ma come, solo un anno fa dichiarava: (Dalla RPP 2014-2016 pag. 66)” Sul fronte dell’entrata, potevamo certo agire anche sull’aumento delle rette e tariffe dei servizi a domanda individuale …. Invece abbiamo deciso di adeguare ……solo il costo del pasto delle mense scolastiche ……. Per il resto abbiamo scelto di non operare adeguamenti. Ciò da un lato perché l’impianto tariffario è stato rivisto nel 2010, quando ancora le condizioni economiche non erano quelle che viviamo oggi. Abbiamo dunque ritenuto importante mantenere gli stessi livelli tariffari per non penalizzare le famiglie già provate in un momento complicatissimo.”

Ora, vi risulta che il tasso occupazionale del cremasco sia così incrementato da far immaginare un’inversione di tendenza e l’attuale incremento imposto alle famiglie?

Ancora il Sindaco: “ In secondo luogo perché…. è stata recentemente approvata la nuova formazione dell’ISEE … a livello nazionale. Questo fatto ci impone l’approfondimento del nuovo ISEE e l’adeguamento dei nostri regolamenti, pertanto ci è parso più serio e rispettoso per le famiglie rimandare una complessiva rivisitazione degli impianti tariffari a valle di queste verifiche, che dovranno partire in seno alle commissioni Politiche Sociali e Bilancio già dal mese di settembre 2014.”.

Invece han continuato a rimandare, anche con delibere votate in consiglio comunale per non adottare il nuovo ISEE…..fino ad ora.

Ma andiamo ai giorni nostri: solo un mese fa Sindaco e Assessore Galmozzi dichiaravano, come risulta dalle conferenze stampa, che ogni bambino che frequenta la materna Iside Franceschini ha un costo per le classi comunali di 1900 euro l’anno. Dopo solo un mese il Sindaco dichiara: per ciascuno dei 155 bambini iscritti alla scuola materna comunale – scuola paritaria, non pubblica – il Comune spende 2.677,67 euro all’anno.

Attenzione, quando si andrà a votare a luglio ogni bambino costerà ancora di più?

Non cambieranno le entrate che ad esempio nel 2014 son state di 216000 € circa contro quelle dichiarate settimana scorsa di 185000 €?

Non solo non sanno cosa prevedere per le nuove entrate 2015, smentiscono le dichiarazioni programmatiche di solo un anno fa, alzano tasse a tariffe, ma non sanno neanche quanto spendono ?

E per paventare partecipazione, elencano incontri col Comitato della scuola materna, come se non si fossero mai fatti (la memoria è ancora corta?) ma si dimenticano che il Comitato stesso, responsabilmente, si è addirittura fatto promotore di una proposta di piano tariffario accettando aumenti ma con gradualità e vera equità, loro sì. Come fanno a dire che è irricevibile se non sanno dove parare?

Questo secondo bilancio prevede anche di registrare entrate non previste solo 3 mesi fa per interventi già contabilizzati (ad esempio arredo Piazza Duomo o investimenti sala Cremonesi) per EXPO e per il Distretto della bellezza, liberando risorse per decine di migliaia di euro.

E l’assessore Saltini dichiara di utilizzarli per un piano di lavoro sul fronte turistico in coerenza con i temi Expo, pensando al dopo Expo o altri interventi per organizzare servizi adeguati per i visitatori di Crema.

Ma caro assessore, il Sindaco ad aprile dichiarava (Dalla RPP 2015-2017 pag. 52) “Sul fronte dei Lavori Pubblici ………L’impegno è che eventuali ulteriori benefici che emergessero in corso d’anno possano andare a vantaggio di questo comparto, sacrificato negli ultimi esercizi per una precisa scelta di ordine politico, mirante a salvaguardare la spesa sociale in tempo di crisi.”

O il Sindaco o l’assessore Saltini o l’assessore Bergamaschi non si ricordano più l’impegno preso per reperire risorse per l’Ufficio Tecnico con tutti i lavori di cui necessita la città ben più importanti di qualche ruota del luna park o di qualche concerto con gli amici?

O cosa dichiarerà il Sindaco circa l’uso delle maggiori entrate dall’Azienda Farmaceutica di circa 100000 €, pur basse rispetto al fatturato ma più alte dei 3500 previsti ad aprile? Continuerà a non rispondere senza farci sapere quali interventi manutentivi verranno attuati in città per finanziare piuttosto le solite attività culturali?

Laura Zanibelli

Capogruppo NCD Crema
(Visited 10 times, 2 visits today)