Short Story, cerchi nell’acqua

Short Story, cerchi nell’acqua

Professoressa buon giorno. Cosa le servo?

Si grazie, quella roba lì e anche i giornali.

Mi rincresce profe’  ma i giornali sono impegnati…

Alle sette del mattino?

Profe’, siamo appena all’inizio di primavera e i Bordighera Boys ancora non si sono trasferiti… Spero che capisca. Magari un caffè?!

Un Punt e Mes! Cazzo!

Pensionati di merda. Che poi io quello là in fondo lo conosco. Eccome se lo conosco. Eccolo lì, lo stronzo, a leggere il giornale a sbafo. E mi ricordo anche la sua tesi di laurea: “Perché bisogna abbattere i monumenti dell’ipocrisia. L’esempio del Corriere della Sera.” Ha discusso la tesi con una P38 sul tavolo. Laurea con lodo! E cazzo e ci credo! Benché quel giorno fossi assente per una riunione del collettivo, cazzo, quella tesi l’ho scritta io. Vero! Lui una pistola e io dovevo anche andare in farmacia a comprare i preservativi. E intanto si tiene tra le mani un giornale che so che non sa leggere. Lo fa apposta e mi devo accontentare della Gazzetta dello Sport. La Juve va alla grande e godo, perché quello là è interista. A me non me ne frega un cazzo ma intanto abbiamo comprato Giove, Apollo e Mercurio, e siamo in trattativa per Marte. Anche lui ellenico, un esterno che se lo sai trattare come si deve potrebbe rompere il culo ai passeri. Sì, sì, stronzo, leggiti pure anche la pagina culturale, tanto non m’incanti mica più: figurati! Non hai capito mai la differenza che corre tra il Cecco Angiolieri  e Maurice Utrillo. E quella lì!? Sua moglie, che guarda la strada con aria sognante! Neppure si accorge che c’è di mezzo una vetrina con le impronte digitali di decine di marmocchi. Scema!

Professoressa, eccole il Punt e Mes.

Cazzo, la Nazionale di hockey a rotelle le ha beccate dall’Argentina. Che tempi!

Caro, andrei a fare la spesa, mi accompagni?

Certo cara. Prego professoressa, immagino che le interessino le notizie del giorno…

Uno stronzo e una stronza ben vestiti. Ragazzo, dammi un altro Punt e Mes.

Certo Profe’, e intanto ascolti questa qui, che è dei suoi tempi: “Aspettando un amore che non tornerà più, a far cerchi nell’acqua non rimani che tu…”

Il Punt e Mes questa volta senza ghiaccio! Stronzo e poi ancora stronzo!

Beppe Cerutti

 

 

Dipinto di Serafino Beconi
(Visited 35 times, 6 visits today)