Sogno erotico proibito ai tempi del coronavirus (si si parla di sesso)

Sogno erotico proibito ai tempi del coronavirus (si si parla di sesso)

Erano ormai 20 giorni che accampava un mal di testa, ma, sentiva che oggi, Lui, ci avrebbe provato.

 

Ore 22, è buio fuori, e anche in casa. Si accende una lampada, si accende un’altra lampada, tutte strategiche al divano (Lui sa che è allergica al ..letto), la musica magicamente si espande nella stanza.

Lei non riesce più a leggere (i Miserabili). Lui, si avvicina, felpato come un gatto.

Vieni, qui sul divano che parliamo un po’(cribbio sono 20 giorni che parliamo. Qualcosa d’altro no?!) Dolcemente (inciampando nella lampada che quasi mi fa ammazzare.) riesce a portarmi sul divano.

Mi guarda, (troppo fisso troppo dolce, dovrebbe essere più malizioso lo sguardo, non gli hanno insegnato niente tutte le telenovelas che abbiamo guardato) .

Si inginocchia a terra, e lentamente mi toglie un calzino, (meno male che non puzza)..mi prende il piede, e incomincia a leccarmi l’alluce, ( gradevole sorpresa devo dire, forse ha imparato qualcosa) poi passa strisciando sulle altre dita.

Poi gentilmente mi toglie i pantaloni (della tuta. Non ho messo altro in 20 giorni) e con la bocca va alla caviglia, e poi inesorabilmente sui polpacci (accidenti non ho fatto la depilazione che volevo fare ieri) ma a lui non interessa, non li sente, i peli, arriva all’incavo delle ginocchia e qui capisco che vuol fare sul serio. (non dovevo dirgli di no per 20 giorni di seguito).

Le sue labbra arrivano alle anche, e allora io mi tolgo volontariamente la felpa e la maglia intima, meno male che ho fatto la doccia questa mattina penso- Sono ormai convinta che fa sul serio.

Le labbra arrivano all’ombelico e lo circondano con un perfetto cerchio. Comincio a scaldarmi. Le sue labbra invece di andare direttamente dove vorrei – i capezzoli- ricominciano a leccare questa volta, le dita della mano. Troppo gentile, dai non esagerare penso!

Ho capito sta’ cercando il famoso punto G. (ma se non l’ho capito io in 60 anni, come ha fatto lui a trovarlo in 20 giorni? Forse l’astinenza insegna)

Sale lungo le braccia, e lancia piccoli suoni di soddisfazione (adesso ci sei! Non mi puoi più fermare)..Arriva alle ascelle (no ti prego, mi sono dimenticata il deodorante)..ma la bestia infuria in lui)

La testa gli scivola sul mio seno (oh, forse ha capito!) bacia i miei seni come fossero fragoline ( non sono così fragili, ho allattato nostro figlio con i denti fino a 8 mesi). Lo incoraggio e gli dico: mordi un pochino,  mi piace… Lui sembra al momento scioccato, poi obbedisce. Ora si che fa sul serio. Forse gli tornano alla memoria tutti quei bei film sul sesso che ha visto 60 anni fa!

Sua moglie non è una bambolina ma una donna vera di carne, che le piacciono le stesse cose che piacciono a lui.

Poi finalmente ha il coraggio di baciarmi e tutto si armonizza. Lui si allunga sopra di me, (ma guarda, nel frattempo lui è riuscito a spogliarsi, è completamente nudo, era un pezzo che lo vedevo solo con la mutande o il pigiama), è nudo, è ancora un bell’uomo, le cosce sono potenti, il sedere anche, forse un filo di pancetta. Vediamo se anche io mi ricordo qualcosa di come si fa !

Lo metto sotto ( è dura ma ci sono riuscita) . Chissà perché gli uomini non vogliono mai stare sotto?

Mi struscio lentamente su di lui, mentre qualcosa diventa molto molto molto caldo e …

 

Aiuto Aiuto! Che succede Maria?? mi giro sono nel letto con Mario che ha il pigiama e purtroppo mi sono svegliata.!!!!

(da una nostra amica e lettrice)

(Visited 229 times, 229 visits today)