Sparliamo sul Serio, Enrico Ruggeri for Crema (che avrà la Notte Rosa) e un Tortello che provochi

Sparliamo sul Serio, Enrico Ruggeri for Crema (che avrà la Notte Rosa) e un Tortello che provochi

Quindi pure per il cantautore, scrittore, presentatore Enrico Ruggeri, a Crema nei giorni scorsi per la data zero del suo concerto al teatro cittadino San Domenico, la nostra città è bella e andrebbe valorizzata maggiormente.

Per la cronaca, Ruggeri (in ottimi rapporti con l’illustre cremasco Beppe Severgnini) ha dichiarato la Grande Bellezza Cremasca in un’intervista concessa al quotidiano La Provincia.

Aspettando che il suggerimento del noto cantante venga accolto dagli organi competenti (ribadisco il concetto, dalla giovine giunta Bonaldi ci aspettavamo, aspettiamo e aspetteremmo qualcosa in più dei semplici compitini), Carlo Alberto Vailati (presidente dell’associazione dei ristoratori delle Tavole Cremasche) e i suoi Tavolieri, mossi dal nobile intento di promuovere i prodotti affiliati al network Made in Crema (presente con il Polo della Cosmesi) all’imminente Cosmoprof di Bologna) hanno instaurato una collaborazione interattiva con la cantina Tenuta San Pietro (Gavi).

Prossimamente i produttori di vino piemontesi, attraverso eventi e degustazioni ad hoc (assicurata naturalmente la nobile presenza al Vinitaly di Verona) abbineranno appunto alle loro bottiglie prodotti agroalimentari autoctoni.

Ecco, per lanciare ulteriormente il pathos del Tortello Cremasco sarebbe interessante, sulla falsa riga da quanto fatto dai Tavolieri con il brand enologico piemontese, proporre il piatto abbinato esclusivamente ad una cantina e far girare la “trovata”, Tortellata inclusa (ci mancherebbe), su e giù per la penisola.

Attenzione però a scegliere il vino (o “brand” che dir si voglia) giusto, ci vorrebbe una bella accoppiata fashion d’avanguardia in grado di far discutere e notizia, penso ad esempio (esperimento già provato positivamente dal sommelier che c’è in me) ad un piatto di tortelli accompagnati a un bel bicchiere di Spumante Rosè Demisec Franciacorta. Degustare per credere: Re Tortello merita un audace azzardo, una nuova, per certi versi “rivoluzionaria”, provocatoria tendenza da presentare coi sacri crismi (magari) la prossima estate, in concomitanza con la Notte Rosa già programmata in sostituzione dell’ormai anacronistica (solo nel nome) Notte Bianca.

Stefano Mauri

(Visited 11 times, 2 visits today)