Sparliamo sul Serio, Maratonina di Crema il quadro splende, merita adeguata cornice

Sparliamo sul Serio, Maratonina di Crema il quadro splende, merita adeguata cornice

Nata praticamente quasi per gioco, la Maratonina oggi è l’evento sportivo agonistico più importante di Crema e hinterland, ergo il deus ex machina dell’evento Franco Pilenga e i suoi stretti, storici, affiatati collaboratori (tra i quali “spiccano” Elena Ginelli, Angela Venturelli, Roberto Rossi e Roberta Ginelli) hanno meritatamente (visto il mazzo che si fanno) vinto la scommessa.

Muove dunque numeri, servizi e persone importanti la mezza maratona nostrana, evento a sfondo benefico che meriterebbe la massima attenzione da parte di sponsor, istituzioni, poteri forti e forze economiche e commerciali. Un quadro del genere “chiama” una cornice altrettanto importante, ragion per cui sarebbe bello se domenica 17 novembre, giorno della gara e (magari) pure la sera precedente (sabato 16), la città accogliesse podisti, appassionati, addetti ai lavori, sostenitori e curiosi con negozi aperti, bar, pizzerie e ristoranti ispirati, con promozioni ad hoc, all’evento.

Ad onor del vero, qualcosa in tal senso si muove, alcuni ristoratori e l’amministrazione comunale (la sindachessa Stefania Bonaldi acutissima, del resto è una runner appassionata) starebbero valutando l’opzione di dedicare, il weekend della Maratonina alla promozione del Cremasco. Il gotha della ristorazione autoctona, vale a dire gli astuti Tavolieri delle tavole Cremasche, dal 13 al 18 novembre, presso CremArena, lancerà l’edizione invernale della kermesse gastronomica Tortelli & Tortelli.

Viviamo tempi di crisi e recessione, qualsiasi momento utile a promuovere il territorio va affiancato e cavalcato al meglio, soprattutto per questo un’Eccellenza autoctona da esportazione, perché la Maratonina Città di Crema tale è, inserita in un altro contesto appunto di Eccellenze imprenditoriali quali, per esempio gastronomia territoriale, ristorazione e cosmesi, probabilmente non stonerebbe, tutt’altro. E’ bene infatti sottolineare, come in quel di Cremona, la Mezza cremonese, cugina pari grado della rassegna di casa nostra, dal generoso mecenate (imprenditore di classe, lungimiranza e razza sopraffine) cavalier Giovanni Arvedi sia sostenuta a viva voce; ecco se imprenditori, locali, pizzerie, bar e associazioni, seguendo l’esempio dei Tavolieri desiderassero (o quantomeno provassero a farlo) scendere in campo per affiancare il club Bike & Run (società organizzatrice della Maratonina coordinata dalla bravissima Elena Ginelli, www.bikeandruncrema.it) per sponsorizzarlo o, per sostenerlo con appuntamenti collaterali troverebbero porte aperte e consensi.

Per chiudere congratulazione al mitico Franco Pilenga, promotore di eventi podistici e motoristici da Oscar e ai suoi collaboratori: se il Granducato del Tortello Dolce non è totalmente avvolto dalle nebbie padane, beh il merito, in parte è (anche) loro… Chapeau!

Stefano Mauri

(Visited 24 times, 3 visits today)