Sparliamo sul Serio Parla il compagno “Pinotto”: La Bonaldi segue la linea e deve tutto al Pd

Sparliamo sul Serio Parla il compagno “Pinotto”: La Bonaldi segue la linea e deve tutto al Pd

Domenica scorsa primo giugno, la bella intervista rilasciata sulle pagine dal quotidiano La Provincia dal sindaco Stefania Bonaldi, beh proprio non ha convinto un vecchio compagno, un ex militante del Pci, oggi (fedele alla linea) confluito nel Pd che per comodità (prima di parlare con noi ha preteso l’anonimato) chiameremo “Pinotto”.

“La sindachessa si vanta di operare nella totale indipendenza dai partiti? Premesso che senza i voti arrivati dal Partito Democratico e senza l’investitura di Gianni Risari non sarebbe andata da nessuna parte, secondo me il recente rimpasto con l’ingresso in giunta del buon Matteo Piloni e di altre facce nuove gliel’avrà pur suggerito qualcuno o no?  Ho votato per la comunque brava Stefania e adesso vorrei vedere una marcia rock dal suo governo. Alla sinistra infine, generalizzando il discorso manca una politica appassionata tipo Anna Rozza“.

Così parlò il compagno “Pinotto”. Note a margine: che il sindaco sia totalmente slegata dai diktat del maggiore partito cremasco è difficile da credere, siamo pur sempre in Italia. E una figura come Anna Rozza, a questa sinistra autoctona manca come acqua al deserto.

 

Stefano Mauri

(Visited 21 times, 6 visits today)