Stefania Bonaldi e la giunta al lavoro per varare proposte e aiuti per le attività economiche più colpite dalla crisi

Stefania Bonaldi e la giunta al lavoro per varare proposte e aiuti per le attività economiche più colpite dalla crisi

Oggi (lunedì 4 maggio) pomeriggio con l’Assessora al Bilancio Cinzia Fontana e l’Assessore al Commercio Matteo Gramignoli abbiamo incontrato i rappresentanti delle Categorie Economiche e della CCIAA per fare il punto sulla crisi economica.
E’ chiaro infatti che l’emergenza sanitaria ed il lockdown di queste settimane abbiano ingenerato importanti riflessi sulle attività economiche, specie in un territorio come il nostro, più colpito di altri.
Parliamo del commercio, dei negozi di ogni categoria merceologica, delle attività artigianali, di quelle delle partite iva, delle palestre e dei centri sportivi, delle piccole e medie imprese, che hanno subito restrizioni quando non proprio un fermo tout court per molte settimane e che ora si ritrovano con bollette, affitti, costi fissi da sostenere e problemi di liquidità che in alcune situazioni addirittura pregiudicano l’eventuale ripresa, in tanti casi ancora incerta nel “quando” e nel “come”.
Giunta e Consiglio Comunale, in modo unitario e condiviso, già all’indomani del blocco delle attività, avevano assunto misure per essere vicini a famiglie ed imprese, in particolare, per queste ultime, con la sospensione di tasse e tributi locali fino al 30.06.
Ma è chiaro che il perdurare dell’emergenza richiama a misure ancora più efficaci e significative, come giustamente i rappresentanti delle Associazioni di Categoria ci hanno evidenziato.
Intanto dobbiamo capire il quadro degli interventi nazionali e regionali, e per questi fare una azione di squadra territoriale, anche al fine di chiedere interventi specifici per le zone più colpite dal Covid-19, come la nostra.
Poi esistono agevolazioni, come diminuzioni di Imu e Tari, che, in quanto voci strutturali per i Bilanci Comunali, per essere messe in campo con efficacia richiedono un intervento dello Stato sui Bilanci Comunali. Peraltro richiesta che i Comuni, attraverso l’ANCI, la Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, stanno chiedendo a gran voce al Governo, proprio per poter mettere in circolo queste risorse attraverso sgravi alle imprese.
Infine ci sono misure locali, come l’estensione dei plateatici, o il loro sgravio, o interventi sulla Tassa sulla occupazione degli spazi pubblici o l’imposta sulla Pubblicità, che possono essere prese in considerazione a livello locale.
Il nostro impegno è stato quello di raccogliere le istanze rappresentate in modo accorato e coordinato dalle Categorie Economiche.
Dopodiché, capito il quadro degli interventi degli Enti Superiori ed approvato il rendiconto 2019 del Comune, intendiamo mettere a punto nel corso del mese di Maggio un pacchetto di misure di agevolazione e sgravio a livello locale.
Anche su questa azione vorremmo riuscire a trovare una condivisione trasversale con tutte le forze consiliari (che abbiamo già allertato nella riunione dei capigruppo tenutasi appena dopo questo incontro) confrontandoci rispetto alle varie priorità per essere vicini a famiglie ed imprese, ma anche a livello territoriale e provinciale per misure omogenee e significative su scala più ampia.
Stiamo affrontando una situazione straordinaria ed imprevista, che deve necessariamente richiamarci a rivedere priorità e metodi per individuare, nel modo più condiviso e corale possibile, risposte efficaci per tenere insieme, in modo giusto, equo, solidale e responsabile, le nostre Comunità.

Così postò sulla sua pagina Facebook la sindachessa Stefania Bonaldi

(Visited 31 times, 31 visits today)