Stefania Bonaldi incontra Sraffa, Itis Galilei, Pacioli, e i giovani allevatori

Stefania Bonaldi incontra Sraffa, Itis Galilei, Pacioli, e i giovani allevatori

Anche questa settimana Stefania Bonaldi ha aggiunto nuove tappe nel viaggio tra Scuola e Mondo Economico, nell’ottica della preparazione alle prossime elezioni amministrative.
In particolare la sindaca di Crema ha incontrato i dirigenti degli Istituti Superiori Sraffa, ltis-Liceo tecnologico Galilei e Pacioli. Oltre a una visita degli istituti (per i quali la competenza logistica e strutturale è in capo alla Provincia di Cremona), gli incontri hanno toccato i principali temi di interesse trasversale: orari e trasporti scolastici, alternanza scuola lavoro, progetti extracurricolari, rapporto con Istituzioni e mondo economico locale.

Va sempre ricordato che la popolazione scolastica delle superiori a Crema ha ormai superato quella che gravita nel capoluogo e che Crema esercita una forza attrattiva per gli studenti che percorrono tutta la Paullese, San Donato incluso. e dalla bassa lodigiana, da Casalpusterlengo a Borgo San Giovanni, al Bresciano, con Orzinuovi e Verolanuova.  “Anche gli incontri di questa settimana con il mondo delle scuole superiori”, ha commentato Stefania Bonaldi, “confermano più che mai l’importanza di un tavolo locale che riunisca Comune e dirigenti del nostro ambito territoriale. Molto sono gli argomenti per i quali potrebbero scattare collaborazioni e sinergie, anche in relazione all’alternanza scuola – lavoro, che, dopo l’apertura ai licei, richiede grandi sforzi per le scuole nel reperire aziende e realtà disponibili ad accogliere gli studenti”. In tal senso gli incontri sono serviti a far conoscere e promuovere il nuovo Sportello Lavoro, “che si propone appunto come strumento di avvicinamento e potrebbe diventare motore di percorsi condivisi”.

Per il mondo economico è stata invece la volta dell’ANGA – Associazione nazionale giovani allevatori – nella persona del presidente Bellini e dei consiglieri Filippini e Cantoni. I giovani allevatori hanno voluto spiegare alla sindaca le difficoltà e le contingenze del settore in questo preciso momento storico, evidenziando i danni che la disinformazione e la cattiva informazione producono nel comparto. “Ci siamo ripromessi di valutare per il futuro possibili forme di collaborazione”, spiega Bonaldi, “anche per fare conoscere sul territorio le realtà locali degli allevamenti e la loro impostazione rispettosa del benessere animale, a differenza di molti prodotti di importazione, sulla ecosostenibilità dei quali dovremmo nutrire molti più dubbi e maturare un atteggiamento più critico”.

Tutti gli interlocutori incontrati hanno convenuto circa l’opportunità di creare momenti puntuali e strutturati di incontro e di coordinamento per strategie e obiettivi territoriali. La tendenza generale di questa fase politico-territoriale è convergere sull’orientamento e il ri-orientamento: nella scuola, nella formazione, e naturalmente anche nel lavoro, dentro un’area grande e armonizzata: dal particolare degli orari dei trasporti per gli studenti al generale obiettivo di un rilancio economico, il tema fondamentale è sempre lo stesso: una regia.
Durante le discussioni è emersa un’opportunità interessante, laddove la destinazione sanitaria dell’ex tribunale non andasse in porto: una riconversione in chiave scolastica.

(Visited 73 times, 6 visits today)