Sussurbacco, il Metodo Classico Belvedere Brut della Cantina San Michele è un bel bere

Sussurbacco, il Metodo Classico Belvedere Brut della Cantina San Michele è un bel bere

Allora da anni la cantina San Michele ha tra le varie linee guida quella di valorizzare al meglio il prezioso patrimonio vinicolo del Monte Neto, terroir, o meglio territorio che grazie anche alla sua particolarissima posizione nel Bresciano, beh possiede indubbiamente caratteristiche decisamente interessanti.

Ebbene, a distanza di tempo e dopo attenta selezione dei vitigni, ecco l’obiettivo di produrre vini buoni, equilibrati, eleganti e per certi aspetti unici è stato ampiamente raggiunto. Chapeau.

Spumante che sorprende e che risponde alle prerogative ottimale poc’anzi descritte, il Metodo Classico Brut Belvedere San Michele (vino spumante di qualità), ottenuto da uve Trebbiano e Chardonnay coi suoi profumi nitidi, penetranti e chiaramente riportanti a note di zafferano, vaniglia, frutti estivi è … una “bolla” (perlage vivo, croccante, continuo) che incanta senza stancare e sa sempre e ancora stupire. In bocca poi, col suo finale sfumato, quasi tendente al dolce e la sua pienezza sensualintrigante … letteralmente esplode regalando sensazioni di straordinaria finezza. Particolare non indifferente: dopo la rifermentazione in bottiglia, il Belvedere evolve e riposa sui lieviti per 20 mesi. Cosa abbinargli? Un bel risotto (ma pure pastasciutte) allo zafferano, crostacei, carni bianche, coniglio ma udite, udite degustato (godendo)… da solo, a mo’ di aperitivo Italiano, ergo senza abbuffarsi secondo le regole selvagge dell’Happy Hour, saprebbe beneaugurante, sorprendervi indirizzando la serata verso pieghe positive. Degustare per credere.

Stefano Mauri

(Visited 74 times, 19 visits today)