Sussurbacco, Otello Nero di Lambrusco 1813, l’omaggio enologico a Giuseppe Verdi

Sussurbacco, Otello Nero di Lambrusco 1813, l’omaggio enologico a Giuseppe Verdi

L’Otello Nero di Lambrusco 1813, gioiello enologico (Rosso Frizzante Igt) griffato dalla cantina Ceci (e il patron Alessandro è il promotore della cosiddetta Rinascita qualitativa e commerciale del Lambrusco, ndr) è nato nel 2003, come omaggio alla penultima opera di Giuseppe Verdi e all’omonimo fondatore dell’azienda vitivinicola, vale a dire il leggendario oste Otello, istituzione dei bei tempi che furono, della Bassa nebbiosa parmense. Ottenuto da uve Lambrusco Maestri 100%, questo fantastico, particolare, unico Lambrusco ha un colore rosso scuro tendente al porpora con riflessi violacei, con struttura morbida quasi cremosa.

Quali sono i suoi profumi? Sa intensamente di melagrana, frutti di bosco, violetta, spezie dolci ed aromi erbacei aromatici. Cosa abbinargli? Servito fresco con salumi (con il Parma Crudo è semplicemente commovente) e parmigiano ci sta da Re, ma pure con le lasagne e il cotechino cremonese o una bella pastasciutta (o gli gnocchi) al ragù di culatello, ma anche al gorgonzola, l’Otello Ceci è una garanzia. Un accostamento estremo ma potenzialmente in grado di sorprendere ed emozionare? Beh avvicinatelo ai Tortelli Cremaschi e mi raccomando, fate attenzione: può creare dipendenza. A proposito: grazie Marcello il nuovo, positivo corso del Lambrusco popmoderno fatto a … regola d’arte, Eccellenza Italica da esportazione, ti deve molto.  

Stefano Mauri

(Visited 22 times, 6 visits today)