Per il barman sommelier (Cafè 51 e John Keating Pub le sue creazioni, ndr) ricercatore Maurizio Ercolani, questo affascinante spumante, rigorosamente Trentodoc, è uno dei migliori vini italiani in assoluto e in circolazione. E il buon (che se ne intende parecchio) Mauri, dinanzi a questa bottiglia si toglie sempre il cappello. Particolare non indifferente, la Riserva del Fondatore è vino superlativo abbinabile a qualsiasi piatto e portata, dolci esclusi naturalmente.

Ottenuto da uve Chardonnay in purezza, queste sublimi, finissime “bollicine” trentine, dopo 10 anni passati splendidamente sui lieviti hanno un color giallo più brillante dell’oro, profumano di vaniglia, frutta tropicale e pan brioche e in bocca regalano sensazioni fresche, morbide, sapide e lunghe come solo certi amore sanno e possono durare.

Questa bottiglia, dedicata, consacrata alla memoria del leggendario Giulio Ferrari, l’inventore dell’omonima cantina oggi guidata dalla famiglia Lunelli, naturalmente (e ci mancherebbe) nasce solo in annate speciali e particolari, con lo Chardonnay del vigneto Maso Pianizza (600 metri l’altezza dal livello del mare) e le uve raccolte a mano, a piena maturazione verso la metà di settembre. Leggenda dell’Italia del fare, il mitico Giulio Ferrari per l’enologia nazionalpopolare ha fatto parecchio, questa meravigliosa, avvincente Riserva è il doveroso omaggio alla sua intraprendenza.

Stefano Mauri

(Visited 11 times, 8 visits today)
Share