Tortellata di agosto al miglior offerente Colpo a sopresa del comune

Tortellata di agosto al miglior offerente Colpo a sopresa del comune

E con una mossa a sorpresa il comune di Crema mette sul piatto l’organizzazione della tortellata agostana pronto a cederla al miglior offerente. E così va a carte 48 quella che pareva essere una svolta epocale, quella dello scorso anno, che aveva visto uscire dal gioco dopo 30 e passa anni l’Olimpia di Franco Bozzi, ed entrare in campo le Tavole Cremasche.

Tutto perfetto, tutto molto bello, tanto da fare una nuova edizione anche con la collezione autunno/inverno del turtel. Ma da qualche giorno sul sito del comune, clicca QUI per vedere, è apparso un avviso/bando che è finalizzato: “alla realizzazione della Manifestazione gastronomica volta a valorizzare il piatto tipico Tortello cremasco: edizioni estiva ed autunnale triennio 2014/2016”. Tutto da rifare quindi? Pare proprio di si. Entro il 30 giugno chiunque potrebbe beccarsi l’onere/onore di organizzare la kermesse per ben tre anni, perché bisgona “avere una certa continuità delle manifestazioni soprattutto in vista dell’appuntamento di EXPO 2015”.

Intanto il comune non ci metterà una lira, “non comporta per il Comune di Crema nessun obbligo in relazione ad oneri finanziari ed organizzativi: le spese organizzative, di gestione e promozione della manifestazione sono da intendersi a completo carico del soggetto individuato”. Per chi volesse al link indicato c’è il regolamento completo.

Ma sappiate in caso che le richieste non sono poche: la manifestazione dovrà essere a cavallo di Ferragosto e durare almeno quattro giorni, ci dovranno essere i prodotti tipici cremaschi nel menù, una parte del ricavato dovrà andare in beneficenza a progetti indicati dal comune e altro ancora. Insomma si vuole il tortello cotto e la pancia piena.

Ma cosa comporta questa mossa? Ricorderete che dopo l’edizione made in Tavole Cremasche era scoppiata la polemica, che strano a Crema non se ne fanno mai, con l’Olimpia di Bozzi che prometteva di tornare in campo dopo lo stop, che aveva voluto lei. Quindi onde evitare polemiche, beghe e altre menate il comune rimette in gioco tutto dicendo in pratica: vogliamo la nostra bella tortellata, vogliamo non avere oneri e nemmeno beghe di lite.

Presentateci le proposte in busta chiusa (entro il 30 giugno) e decideremo a chi affidare per tre anni la manifestazione, per il resto potete scannarvi tranquillamente che noi siamo tranquilli. Ma siamo certi che ne riparleremo

(Visited 11 times, 3 visits today)