Tra Roma e Milano passando per i battitori locali, chi rimarrà dei politici cremaschi?

Tra Roma e Milano passando per i battitori locali, chi rimarrà dei politici cremaschi?

Nelle scorse settimane abbiamo preso in analisi nella sua totalità l’amministrazione Bonaldi. Assessori, consiglieri comunali di maggioranza e consiglieri comunali di minoranza. Abbiamo fatto una serie di previsioni su chi secondo noi sarà ancora protagonista della vita politica cremasca al prossimo giro e chi no (o meno). Ovviamente la politica in città non è solamente chi sta seduto a palazzo. Anzi. Ci sono davvero tanti volti che gravitano attorno alla vita politica cittadina (e locale).

Questa quarta puntata del nostro giro infatti è forse la più difficile. E fare una analisi del panorama politico extra comune è impervio. Ci sono decine di nomi. Grandi vecchi e nuovi leoni, arrembanti e rampanti, sotterranei ed evidenti. Ne abbiamo scelti una manciata. Privilegiando chi attualmente ha comunque un ruolo amministrativo in qualche modo. Per cui partiamo da chi sta… a Roma.

  • Cinzia Fontana, possibilità che rimanga in politica 80%. Probabilmente dopo questo giro non sarà forse più a Roma. Anche se è un peccato. Cinzia è attiva e presente in parlamento (la più presente in Italia). Ma è anche una persona sempre presente sul territorio, alla mano, preparata e piuttosto trasversale. Non saprei dire che ruolo potrebbe andare a ricoprire. Nei discorsi politici da tarda notte si era detto. Ma se la Bonaldi puntasse a Roma potremmo candidare lei a Crema come sindaco. Poi non è andata così. E forse è poco Cremasca (inteso di Crema) e troppo cremasca (inteso territoriale).
  • Franco Bordo, possibilità che rimanga in politica 90%. Secondo noi probabilmente anche ancora a Roma. Un altro giro in parlamento Franco mi sa che lo farebbe volentieri. Si è caratterizzato bene. Attivo nei territorio del collegio che l’ha mandato a Roma e focalizzato sui temi della sua parte politica. Nonostante questo sempre alla mano in città.
  • Danilo Toninelli, possibilità che rimanga in politica 100%. Sembrava un outsiders, era nelle liste dei 5stelle per il sindaco ma non fu eletto nel 2012. Poi l’ingresso in parlamento e boom. E’ diventato uno dei vip del M5s. Ipermediatico, spesso in tv, sempre misurato ma spesso pungente. Giovane, bello e fedelissimo è appena un passo dietro ai vip Di Maio e Di Battista etc. Il secondo mandato lo diremmo sicuro.
  • Agostino Alloni, possibilità che rimanga in politica 80%. Continua a dire che questo in regione è il suo ultimo incarico. Noi ci crediamo poco. Alloni è politico dentro e siamo sicuri per certo che ancora gli bruci di non aver fatto un giro come sindaco di Crema. Se fosse stato lui il candidato contro Bruttomesso invece di Risari, che non ce ne voglia ma nel 2007 era troppo caratterizzato da una parte politica, adesso sarebbe alla fine del suo secondo mandato. Amato in città e sul territorio a destra come a sinistra, anche se bisogna dire che ha sempre mantenuto barra a dritta sulle posizioni del partito. Rimane uno dei politici di razza del territorio.

Analizzati quelli a Roma e in regione ho scelto alcuni personaggi che attualmente sono o defilati o in fase di ritorno ma che hanno caratterizzato la vita politica cremasca.

  • Beppe Bettenzoli, possibilità che rimanga in politica 100% E’ qui da sempre. Che distribuisce piantine di canapa a difesa dei ragazzi dello sgombero di via Brescia nel 1986, che fa un comizio sotto la pioggia in piazza Duomo per il compagno Abdullah Öcalan, che si butta in imprese che in partenza non andranno da nessuna parte (tanto che non ricordo come si chiamava la follia di lista delle ultime regionali, dove sacrificarono il simbolo della falce e martello e presero le legnate). Ha mollato il consiglio comunale per provare a fare altro. Ma qualcosa farà ancora. Cosa? Glielo chiederemo.
  • Mario Lottaroli, possibilità che rimanga in politica 50% Si è defilato. Anche se ogni tanto arriva un suo comunicato. Sempre attento sempre ficcante. In Rifondazione è un po’ un padre saggio. E gli vogliamo bene, come si potrebbe il contrario. Ma probabile continuerà a farsi i suoi giri in bici standosene sul bordo della politica locale, visto anche la fase di ricambio in Rifo.
  • Enzo Bettinelli, possibilità che rimanga in politica SV. Il nostro amico Bettinelli ex coordiatore di Forza Italia sostituito da Donida sembra un po’ un battitore libero che si diverte assai a tirare frecciate a tutti, anche al suo partito. Ma davvero non so dire se abbia voglia di riprendere su e lasciare i suoi dipinti, il suo studio da architetto e i suoi a volte improbabili e adorabili outfit per riprendere parte attiva.
  • Gianni Risari, possibilità che rimanga in pitica 100% Si era un po’ defilato dopo la tranvata del 2007 Giannino Risari. E’ tornato prepotentemente con un progetto che piace in città e che pare preludio alla sua candidatura da battitore libero alla poltrona di sindaco.
  • Gianemilio Ardigò, possibilità che rimanga in politica 90% Gian ha un po’ molato l’appartenenza di partito. I verdi manco si sa se esistono ancora. Per noi il partito a Crema è lui. Oramai ha le sue posizioni e il suo piccolo ma fedelissimo pubblico. Probabile sarà in gara da indipendente al 100 per cento, come nel 2012. Anche perché ci vuole il personaggio come lui.

La prossima settimana chiuderemo con un po’ di nomi nuovi. Giovani (e meno) che potrebbero entrare in politica, tornare a farsi vedere, aumentare le loro attività, apparire. Insomma la puntata più fantasiosa e particolare.

Emanuele Mandelli

(Visited 32 times, 3 visits today)