Una Cremonese poco squadra, perde con l’Empoli e adesso va a Frosinone, mah…

Una Cremonese poco squadra, perde con l’Empoli e adesso va a Frosinone, mah…

Per carità non è stata dominata dall’Empoli, team zemaniano (gioca ma lascia giocare) e forte, ma la Cremonese che, martedì scorso, in uno stadio Zini deserto (l’emergenza sanitaria da coronavirus non consente sconti), comunque con gli empolesi allenati da Marino (ah se fosse arrivato lui al posto del poi “trombato” Baroni lo scorso autunno, no?), per l’ennesima volta, schierata con l’ormai poco incisivo schema del 3-5-2 minimalscolastico (perché non varare un piano, uno schieramento diverso?), ahinoi è apparsa tutto, fuorché una squadra unita, compatta, e … con quegli occhi, accesi, da tigre indispensabili per lottare per la salvezza.

Insomma, per farla breve, Ciofani (si impegna, ma è il lontano parente del Bomber implacabile che fu) e soci continuano a mostrare gli stessi limiti e problemi che hanno caratterizzato questa stagione agonistica sciagurata.

E adesso? Mah … avanti di questo passo, salvo miracoli non si andrà molto lontano, ma un qualcosa va fatto (è pur vero che a marzo amalgama, furia agonistica e unità di collettivo non si trovano al mercato) poiché la classifica piange. E sabato la trasferta a Frosinone si annuncia difficilissima. Vecchia Cremo, se ci sei batti un colpo!

stefano mauri

 

(Visited 10 times, 10 visits today)